sabato, 2 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, corridoio per il grano tra Mosca Kiev e Ankara. A Severodonetsk “bombardamenti ferocissimi”

Il quotidiano russo Izvestia ha rivelato che Mosca avrebbe concordato con Kiev e Ankara uno schema preliminare per l’uscita da Odessa delle navi ucraine con il grano. A Severodonetsk ”la situazione è peggiorata di nuovo”, ha detto il governatore della regione.

Da non perdere

Nel 103esimo giorno del conflitto, Zaporizhzhia è per circa il 60% in mano russa. Non si mette bene per Severodonetsk, dove la situazione “è tornata a peggiorare”, ha detto il governatore della regione Sergiy Gaidai. Il quotidiano russo Izvestia ha rivelato che Mosca avrebbe concordato con Kiev e Ankara uno schema preliminare per l’uscita da Odessa delle navi ucraine con il grano. Il Ministro della Cultura di Kiev traccia un bilancio dei giornalisti uccisi in Ucraina, il numero sale a 32.

Corridoio per il grano, accordo tra Mosca, Kiev e Ankara

Il quotidiano russo Izvestia citando una fonte informata di alto rango ha rivelato che Mosca avrebbe concordato con Kiev e Ankara uno schema preliminare per l’uscita da Odessa delle navi ucraine con il grano. Il piano prevede i militari turchi impegnati nello sminamento e nella scorta delle navi in acque neutrali. Pare che questo piano, sempre secondo il quotidiano russo ripreso dai media ucraini, sia stato concordato solo per Odessa.

La situazione a Severodonetsk è tornata a peggiorare

Nonostante il successo dei contrattacchi delle scorse 48 ore, non c’è ancora tregua per Severodonetsk. Il governatore della regione, Sergiy Gaidai ha riferito alla televisione nazionale: “In questo momento a sono in corso bombardamenti ferocissimi e dalla rapida evoluzione”. Ha poi aggiunto che “i nostri difensori sono riusciti a effettuare una controffensiva per un certo periodo”, liberando quasi metà della città, “ma ora la situazione è un po’ peggiorata di nuovo per noi”.

Kiev, 32 giornalisti uccisi in Ucraina

Il Ministro della Cultura e della Politica dell’Informazione ucraino, Alexander Tkachenko, ripreso dall’agenzia Unian, ha reso noto su Telegram: “Almeno 32 giornalisti sono stati uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione russa”. Ha poi continuato con profonda amarezza: “Quest’anno, la Giornata del Giornalista ha un sapore amaro. Il quarto mese di una guerra su vasta scala, e abbiamo perso 32 giornalisti…In 8 anni di guerra, ne abbiamo persi ancora di più. Memoria eterna ai nostri combattenti sul fronte delle informazioni avanzate”.

Ultime notizie