martedì, 5 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, russi puntano a conquistare Severodonetsk. Mosca avvia esercitazioni nucleari a Ivanovo

Prosegue l'assalto delle forze russe adesso concentrare alla conquista di Severodonetsk. Intanto, nella provincia di Ivanovo sono state avviate esercitazioni nucleari.

Da non perdere

Proseguono senza sosta gli attacchi missilistici a lungo raggio da parte dei russi sulle infrastrutture dell’Ucraina, secondo le informazioni rilasciate dal ministero della Difesa del Regno Unito. Nel suo ultimo briefing di intelligence, il ministero ha confermato i rapporti precedenti secondo cui le forze russe si stanno avvicinando al centro della città di Severodonetsk. Oltre la metà della città è probabilmente ora occupata dalle forze russe, compresi i combattenti ceceni“, ha precisato il ministero.

La situazione di Severodonetsk

Le forze russe stanno prendendo d’assalto Severodonetsk e consolidando le loro posizioni nel centro della città, mentre continuano a distruggere le infrastrutture della regione. Martedì 31 maggio, i russi hanno colpito il gigantesco impianto chimico Azot di Severodonetsk, che produce fertilizzanti a base di azoto. Il governatore regionale Sergei Gaidai ha invitato i residenti a non uscire dai rifugi antiaerei. Il governatore ha chiesto a tutti i cittadini di “preparare mascherine imbevute di una soluzione di soda“. Il presidente russo, Volodymyr Zelensky, ha definito “una follia” bombardare un impianto chimico a Severodonetsk. “Data la presenza di una produzione chimica su larga scala a Severodonetsk, gli attacchi dell’esercito russo in quella zona, compresi i bombardamenti aerei alla cieca, sono semplicemente pazzi”.

La strategia di Mosca

L’attenzione di Mosca sulla conquista della città orientale di Severodonetsk, e della regione del Donbass più in generale, potrebbe mettere a rischio la sua posizione vitale nella regione di Kherson. Se la Russia è in grado di mantenere un stretta solida su Kherson quando i combattimenti si fermano, sarà in una posizione molto forte per poter lanciare una futura invasione. Nella sua analisi, l’Istituto per lo Studio della Guerra ha affermato che questa situazione strategica dovrebbe portare le forze russe a concentrare il suo potere di combattimento sulla detenzione di Kherson, ma il presidente russo ha invece scelto di “concentrare tutte le forze e le risorse che possono essere raschiate insieme in una spinta disperata e sanguinosa per impadronirsi delle aree dell’Ucraina orientale che gli daranno guadagni in gran parte simbolici“.

Le continue controffensive ucraine di successo a Kherson indicano che i comandanti ucraini riconoscono queste realtà e stanno approfittando delle vulnerabilità che le decisioni di Putin hanno creato“, ha aggiunto l’ISW. Pare anche che le forze ucraine si stanno ora ritirando da Severodonetsk, consentendo alle forze russe di muoversi in maniera relativamente rapida.

Esercitazioni nucleari a Ivanovo

Le forze nucleari russe hanno iniziato a svolgere alcune esercitazioni nella provincia di Ivanovo, a nordest di Mosca. La notizia è stata riportata dall’agenzia di stampa Interfax, che ha citato il ministero della Difesa russo. Circa 1.000 militari si stanno esercitando in manovre intensive utilizzando oltre 100 veicoli tra cui i lanciamissili balistici intercontinentali Yars, come affermato dal dicastero.

Ultime notizie