sabato, 2 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, chiusi spazi aerei: per Lavrov niente viaggio in Serbia. Grano rubato verso l’Africa su navi russe

Sergej Lavrov è impossibilitato a raggiungere la Serbia. Mosca denuncia attacco ucraino nella regione di Kursk, mentre gli Stati Uniti allertano alcuni paesi sull'arrivo di navi russe contenenti "grano rubato".

Da non perdere

La portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, durante un’intervista a La7, ha confermato che i paesi confinanti con la Serbia hanno chiuso il loro spazio aereo nei confronti del ministro Sergey Lavrov, impedendogli così di raggiungere Belgrado. “I paesi confinanti con la Serbia hanno chiuso l’unica rotta aerea all’aereo di Sergey Lavrov che doveva partire per la Serbia. La delegazione russa avrebbe dovuto tenere colloqui a Belgrado, mentre i paesi membri dell’UE e della NATO hanno chiuso il loro spazio aereo“, ha detto Zakharova.

Mosca, attacco ucraino nella regione di Kursk

Il governatore della regione russa di Kursk, Roman Starovoit che le forze ucraine hanno colpito con mortai la città di Tyotkino, causando solo danni materiali. Nello specifico, ha spiegato Starovoit, sono stati danneggiati un ponte, un edificio residenziale e una raffineria di zucchero. La regione di Kursk, al confine con l’Ucraina, denuncia spesso attacchi dell’artiglieria di Kiev.

Usa, in arrivo in Africa navi russe con “grano rubato”

Gli Stati Uniti hanno messo in allerta 14 Paesi, in gran parte in Africa, per cui delle navi russe piene di quello che viene definito “grano ucraino rubato” potrebbero essere dirette verso di loro. Washington pone il dilemma di cosa fare: beneficiare di possibili crimini di guerra o rifiutare il grano a buon mercato in un periodo in cui il suo prezzo si sta impennando. Ma con un numero sempre più grande di persone sull’orlo della carestia e per la forte dipendenza dall’acquisto di armi russe per alcuni paesi, fa intuire quale sarà la scelta.

Secondo il cable americano sarebbero tre le navi cargo russe sospettate di trasportare grano. L’allarme, lanciato da Washington, rinforza le accuse del governo ucraino secondo cui Mosca ha rubato sino a 500 mila tonnellate del suo grano, per un valore di 100 milioni di dollari. Grano che successivamente è stato trasferito nei porti in Crimea e poi caricato sulle navi.

Ultime notizie