lunedì, 20 Maggio 2024

Milano, violenze e torture nel carcere minorile Beccaria: 21 misure cautelari

Le misure cautelari includono la custodia in carcere per tredici agenti della Polizia Penitenziaria e la sospensione dall'esercizio di pubblici uffici per otto dipendenti dello stesso corpo di polizia.

Da non perdere

La Procura della Repubblica di Milano ha eseguito un’ordinanza emessa su richiesta dei Pubblici Ministeri del V Dipartimento, coordinata dalla Polizia di Stato e dal Nucleo Investigativo Regionale per la Lombardia della Polizia Penitenziaria, che ha portato all’applicazione di 21 misure cautelari in relazione a violenze e torture avvenute nel carcere minorile Beccaria di Milano.

Le misure cautelari includono la custodia in carcere per tredici agenti della Polizia Penitenziaria e la sospensione dall’esercizio di pubblici uffici per otto dipendenti dello stesso corpo di polizia. I reati contestati riguardano maltrattamenti in danno di minori, tortura, lesioni e tentata violenza sessuale nei confronti dei detenuti minorenni.

L’indagine, avviata nel 2022 in seguito a segnalazioni provenienti anche dal Garante dei diritti delle persone private della libertà personale, ha utilizzato servizi tecnici di intercettazione e acquisizione di telecamere interne all’istituto per raccogliere prove di reati in vari episodi di violenze ai danni dei minori detenuti.

Un caso particolarmente grave coinvolge un sedicenne che è stato torturato e violentato in cella al Beccaria. Nel dicembre 2022, tre giovani, tra cui un trapper appena maggiorenne, avrebbero sorpreso la vittima nel sonno, legandola, violentandola con oggetti, picchiandola e infliggendole torture varie, approfittando del cambio di turno degli agenti.

L’indagine ha portato alla luce anche l’evasione di sette minorenni avvenuta durante il Natale del 2022. Le indagini sono ancora in corso e la responsabilità degli indagati sarà accertata solo con una sentenza irrevocabile di condanna.

La situazione ha suscitato grande preoccupazione tra psicologi, madri, ex detenuti e il garante milanese dei detenuti, che hanno segnalato presunte torture nel carcere minorile Beccaria. L’ordinanza di custodia cautelare, redatta su 130 pagine, fornisce una dettagliata ricostruzione dei fatti avvenuti a partire dal 2022 e che hanno portato all’esecuzione delle 21 misure cautelari.

Ultime notizie