giovedì, 30 Maggio 2024

Israele, attacco del 7 ottobre: dimissioni del Capo dell’Intelligence

"Nell'intelligence sotto il mio comando non è stata all'altezza del compito assegnato", ha dichiarato Haliva nella sua lettera di dimissioni. Ha descritto il 7 ottobre 2023 come "un giorno nero", assumendosi la responsabilità degli eventi e del "terribile dolore della guerra".

Da non perdere

Il capo dell’intelligence israeliana, Aharon Haliva, ha annunciato le sue dimissioni assumendosi la responsabilità dei fallimenti della sicurezza che hanno permesso a Hamas di sferrare l’attacco del 7 ottobre. L’annuncio è stato reso noto dall’esercito israeliano, che ha confermato che il capo di Stato Maggiore ha accettato le dimissioni di Haliva. Si tratta della prima figura israeliana di spicco a dimettersi dopo l’attacco di Hamas.

“Nell’intelligence sotto il mio comando non è stata all’altezza del compito assegnato”, ha dichiarato Haliva nella sua lettera di dimissioni. Ha descritto il 7 ottobre 2023 come “un giorno nero”, assumendosi la responsabilità degli eventi e del “terribile dolore della guerra”.

Le dimissioni di Haliva sono giunte dopo che Hamas ha lanciato un attacco a sorpresa mortale contro Israele il 7 ottobre 2023. L’indagine ha rivelato che l’intelligence israeliana non è stata in grado di prevenire l’attacco, portando a conseguenze gravi per il Paese.

La situazione ha suscitato preoccupazione a livello internazionale. Josep Borrell, Alto Rappresentante dell’UE, ha fatto appello a Israele affinché eviti di attaccare Rafah, una città dove si stima che oltre un milione di civili potrebbero essere massacrati in caso di un attacco. Borrell ha sottolineato che non è al comando dell’esercito israeliano, ma ha insistito affinché vengano evitate azioni che potrebbero portare a ulteriori tragedie umanitarie.

Nel frattempo, la Commissione Europea sta valutando le richieste di alcuni Stati membri di esaminare se Israele rispetti i diritti umani, come previsto nell’accordo di associazione Ue-Israele. Nonostante le richieste, non sono state prese ancora azioni definitive.

La giornata è stata segnata anche da un attacco terroristico a Gerusalemme, dove un’auto ha investito due pedoni, lasciandoli lievemente feriti. La polizia israeliana ha confermato che si è trattato di un attacco terroristico e ha arrestato due sospetti.

In un altro episodio, un drone israeliano è stato abbattuto sopra il Libano da un missile terra-aria. Le Forze di Difesa Israeliane hanno aperto un’indagine sull’incidente e hanno attaccato il sito di lancio del missile in risposta.

Ultime notizie