mercoledì, 25 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Onu: 977 morti e 1594 feriti. Troppi bambini tra le vittime. Nato: “La Russia ha perso fino a 40mila soldati”

Secondo l'Onu si stimano 977 morti dall'inizio del conflitto, tra cui 81 bambini. Sono rimaste ferite 1594 persone, tra cui 108 bambini. Altre stime arrivano dallo Nato, secondo la quale sarebbero stati uccisi, colpiti, presi prigionieri o spariti nel nulla fino a 40mila soldati russi. La Germania invierà 2mila lanciarazzi e 1000 armi anti tank sul suolo ucraino.

Da non perdere

La popolazione ucraina stringe i denti, resiste e risponde all’invasione russa con ogni mezzo, ma il bilancio dei civili che hanno perso la vita in questa folle guerra sale esponenzialmente. Secondo l’Onu si stimano 977 morti dall’inizio del conflitto, tra cui 81 bambini. Sono rimaste ferite 1.594 persone, tra cui 108 bambini. Altre stime arrivano dallo Nato, secondo la quale sarebbero stati uccisi, colpiti, presi prigionieri o spariti nel nulla fino a 40mila soldati russi. È quanto riferito da un alto funzionario militare dell’organizzazione di difesa internazionale, citato dai media mondiali. Sempre secondo la Nato si contano tra i 7mila e 15mila soldati russi morti, a fronte dei 190mila uomini schierati da Putin a inizio invasione, senza considerare le truppe aggiuntive arrivate poi dalla Cecenia, dalla Siria e da altri Paesi. Anche nella capitale continua la conta delle vittime; il sindaco di Kiev Vitali Klitschko, citato dalla Reuters, ha dichiarato che nell’ultima esplosione ha perso la vita un civile e 2 sono rimasti feriti.

Berlino fornirà a Kiev altri 2mila missili e 1.000 armi anti tank

La Germania ha intenzione di inviare altri 2mila lanciarazzi dell’esercito tedesco sul suolo ucraino. Questo quanto emerge da una richiesta avanzata dal ministero della Difesa al Consiglio di Sicurezza federale, secondo quanto reso noto dall’agenzia di stampa Dpa. Il ministero della Difesa di Berlino invierà un nuovo carico di armi anti tank per equipaggiare Kiev alla resistenza. Si tratta di 2mila Panzerfaust, che potranno partire una volta arrivato il via libera del Consiglio Federale di sicurezza. La Bundeswehr tedesca ha spedito altre armi dai suoi arsenali: 1.000 armi anti tank, 500 missili a spalla terra aria Stinger e 500 dei già previsti 2.700 missili anti aerei portatili Strela di matrice sovietica.

Biden, soldati fissi in Ucraina e nuova base in est Europa

Il presidente americano Joe Biden ha intenzione di dispiegare altri soldati americani in Ucraina in modo “permanente o su rotazione“, dando l’ennesima dimostrazione di una sempre maggiore partecipazione degli Stati Uniti al contingente Nato. Biden sta pensando di costruire una nuova base militare nella zona est dell’Europa, secondo quanto riportato dalla Cnn, citando il consigliere alla Sicurezza nazionale Jake Sullivan. Secondo quest’ultimo il leader della Casa Bianca discuterà con gli alleati Nato per “interventi a più lungo termine nella zona est”. “L’invio di altri soldati nasce dalle richieste degli alleati, non dall’imposizione degli Stati Uniti“, ha aggiunto Sullivan.

Hacker russi attaccano le Ferrovie dello Stato italiane

Gli hacker russi non risparmiano i sistemi informatici delle Ferrovie dello Stato italiane. Sembrerebbe si tratti di una “crew criminale” con base in Russia, ma ben ramificata in altri Stati. Questa pericolosa organizzazione agisce unicamente a fini estorsivi e non è legata ad apparati di intelligence di Mosca. La notizia è stata diffusa dall’Adnkronos. Sono in corso ancora aggiornamenti, ma sembra sia quasi certo che il “team di hacker criminali” sia lo stesso che ha già colpito negli Stati Uniti, in Germania, Cina, in Indonesia e negli ultimi tempi anche ai danni di un gruppo industriale con sede in Italia.

Ultime notizie