martedì, 9 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, Kiev attacca villaggi al confine russo. Zelensky: “Saremo il Paese più libero, moderno e sicuro d’Europa”

Diverse località al confine russo sono state oggetto di attacchi da parte delle forze ucraine. Kiev ha presentato a Lugano un piano di ricostruzione postbellica del valore di oltre 750 miliardi di dollari. Suddetto piano prevede 850 progetti per ridare un volto vivibile al Paese.

Da non perdere

“Questo è un giorno molto importante”, ha detto Zelensky commentando la conferenza svizzera in favore della ricostruzione dell’Ucraina. “La ricostruzione deve andare oltre il ripristino delle mura che sono state distrutte. L’Ucraina deve diventare il Paese più libero, moderno e sicuro di tutta Europa. In particolare in termini ambientali. Sono certo che ce la faremo”.

Poi avverte: “I nostri militari hanno liberato più di mille centri dagli occupanti, e ogni settimana ne conquistano altri. Nel Sud del Paese, tutti hanno subito almeno una distruzione su larga scala. Ciò conferma la necessità di fondi colossali per il ripristino delle infrastrutture, della normale vita economica, e per il ritorno della medicina e dei servizi sociali. Ecco perché la ripresa dell’Ucraina non riguarda solo ciò che va fatto dopo la nostra vittoria, ma anche ciò che deve essere fatto ora. Dobbiamo farlo insieme ai nostri partner. Con l’intero mondo democratico. E farlo ora”.

Kiev attacca villaggi al confine russo

Kiev, intanto, ha presentato a Lugano un piano di ricostruzione postbellica del valore di oltre 750 miliardi di dollari. Suddetto piano prevede 850 progetti per ridare un volto vivibile al Paese. Nel frattempo, diverse località al confine russo sono state oggetto di attacchi da parte delle forze ucraine. “Il villaggio di Markovo è stato bombardato questa mattina, mentre l’insediamento di Tyotkino è attualmente sotto attacco”, ha riferito il governatore Roman Starovoit.

Ultime notizie