domenica, 29 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Mariupol in mani russe: Mosca sposta i cadaveri per la parata del 9 maggio

L'esercito russo starebbe pulendo Mariupol, dopo averne preso il controllo, per organizzare una parata celebrativa il 9 maggio. Intanto Mosca sanziona varie personalità del Giappone, tra cui il premier Fumio Kishida.

Da non perdere

Gli scontri tra russi e ucraini a Mariupol sono in continua evoluzione. Mosca ha preso il controllo della città portuale, stando a quanto affermato dal ministero della Difesa russo. I combattenti locali, invece, sono bloccati nella zona industriale dell’acciaieria Azovstal. “Nei territori delle repubbliche di Lugansk e Donetsk, liberati dai nazionalisti, si sta instaurando una vita pacifica, anche a Mariupol, il più grande snodo industriale e dei trasporti sul Mar d’Azov, che è sotto il controllo dell’esercito russo“, ha proseguito il ministro Shoigu.

Mariupol, pronta la parata per il 9 maggio

Secondo la Direzione dell’intelligence di Kiev, i russi stanno preparando una grande parata militare per il 9 maggio a Mariupol. Sembra essere questo il motivo per la quale Mosca sta rimuovendo le macerie dalle vie della città portuale sul Mar Nero. L’intelligence ucraina ha anche aggiunto che le forze russe stanno disinnescando gli ordigni inesplosi e trasferendo i cadaveri delle vittime rimasti lungo le vie.

Russia vieta l’ingresso al premier giapponese

Il ministero degli Esteri russo ha annunciato sanzioni contro 63 tra funzionari, giornalisti e professori giapponesi per essersi impegnati in quella che ha definito “retorica inaccettabile” contro Mosca. Il primo ministro Fumio Kishida, il ministro degli Esteri Yoshimasa Hayashi e il ministro della Difesa Nobuo Kishi si ritrovano in quella lista, che include un divieto a tempo indeterminato di entrare in Russia.

Mosca, colpiti scali usati per transito armi occidentali

Martedì 3 maggio, le forze russe hanno bombardato alcuni scali ferroviari nelle zone dell’Ucraina centrale e occidentale sono stati usati per il trasferimento di “armi occidentali alle forze ucraine in Donbass“. A riportare la notizia è il ministero della Difesa di Mosca citato dall’agenzia Interfax. Le stazioni ferroviarie di Leopoli, Podbortsy, Volonets, Tymkove e Pyatikhatka sono state colpiti con missili a lunga gittata. Gli attacchi sono stati effettuati via mare e tramite raid aerei. Al momento, non è stata segnalata alcuna vittima.

Ultime notizie