domenica, 16 Giugno 2024

Guerra in Ucraina, in 24 ore 83 attacchi su Sumy. Zelensky: “Iran e Russia corresponsabili di terrorismo”

La regione di Sumy, nell'Ucraina nordorientale, è stata violentata dai russi: sferrati 83 attacchi in 24 ore. Putin: "Situazione estremamente difficile nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, nelle regioni di Kherson e Zaporizhzhia". Intelligence ucraina: "Presidente russo rinviò 3 volte l'invasione".

Da non perdere

Tra luci e ombre, la verità su quel 24 febbraio 2022 non la sapremo mai. Però, per quel che sappiamo, Putin ha sguinzagliato le sue truppe e ha invaso il territorio ucraino. Vadym Skibitsky, vice direttore del Servizio di Intelligence della difesa dell’Ucraina, ha detto in un’intervista al quotidiano tedesco Bild: “Sulla base delle informazioni che abbiamo raccolto, questa operazione militare è stata rinviata tre volte. L’ultimo rinvio è avvenuto a metà febbraio”.

Zelensky: “Russia e Iran corresponsabili di terrorismo”

Questo è il terrorismo internazionale di due regimi, ne saranno corresponsabili“, l’ha detto Zelensky nel suo consueto messaggio serale. Il Presidente ucraino ha attaccato la Russia e l’Iran che, secondo Kiev, ha fornito un nuovo lotto di droni kamikaze ai russi. ”La mattinata odierna (riferendosi alla giornata di ieri 19 dicembre, ndr.) in diverse regioni e città del nostro paese è stata, purtroppo, rovinata dal caratteristico suono degli ‘shaheed’ iraniani. Ma la maggior parte di loro fortunatamente non è riuscita a raggiungere gli obiettivi prefissati, e questo ha reso la nostra mattina leggermente migliore”, infatti 30 droni sono stati abbattuti: un buon risultato

Putin: “Situazione estremamente difficile in zone annesse”

“La situazione nelle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, nelle regioni di Kherson e Zaporizhzhia è estremamente difficile”, queste le parole di Putin in occasione della Giornata dei Servizi di Sicurezza. Il Presidente russo ha inoltre ordinato ai Servizi federali di sicurezza (Fsb) di intensificare la sorveglianza della società russa e delle frontiere del Paese per contrastare quello che considera “l’emergere di nuove minacce” dall’estero.

Mariupol come Hiroshima

Il Consigliere del sindaco di Mariupol ha pubblicato terribili filmati della città in rovina. Mariupol è stata vessata dai russi e oggi restano macerie e alcuni edifici claudicanti. Distruzione e cenere.

Kiev, in 10 villaggi respinti attacchi russi in 24 ore

Le forze ucraine hanno respinto ieri gli attacchi russi vicino a 10 insediamenti nelle regioni di Lugansk e Donetsk, nell’est del Paese, l’ha ha reso noto lo Stato Maggiore dell’esercito di Kiev.  “Nelle ultime 24 ore, le unità delle Forze di Difesa dell’Ucraina hanno respinto gli attacchi degli occupanti vicino a Stelmakhivka, Chervonopopivka, Serebrianske nella regione di Lugansk e Verkhniokamyanske, Pidhorodne, Bakhmut, Opytne, Kurdiumivka, Krasnohorivka, Marinka nella regione di Donetsk“, si legge nel rapporto.

Sumy, in 24 ore attaccata dai russi per 83 volte

Le truppe russe hanno lanciato ieri 83 attacchi contro le comunità della regione di Sumy, nell’Ucraina nordorientale, al confine con la Russia, l’ha reso noto su Telegram il capo dell’amministrazione militare regionale, Dmytro Zhyvytskyi. Negli attacchi sono stati colpiti i villaggi di Velyka Pysarivka, Krasnopillia, Myropillia, Yunakivka, Khotin e Shalyhyne.

Ultime notizie