giovedì, 29 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, 26 attacchi nel Donetsk nelle ultime 24 ore. Johnson a sorpresa torna a Kiev

Secondo la Polizia nazionale ucraina, gli attacchi in Donetsk sono stati 26 nelle ultime 24 ore. Attaccata infrastruttura militare a Myrhorod, regione di Poltava. Biden annuncia nuovi aiuti militari per quasi 3 miliardi; Oslo e Londra pronte a inviare mini droni. Gran Bretagna ha azzerato a giugno importazione carburante russo. Boris Johnson a sorpresa oggi a Kiev.

Da non perdere

L’Ucraina non è stata risparmiata neanche il Giorno dell’Indipendenza. A seguito dei 26 attacchi delle forze russe nelle ultime 24 ore nella regione di Donetsk, il bilancio è di 1 morto e 2 feriti, l’ha riferito l’amministrazione regionale, ma è in aggiornamento. Inoltre, le città di Nikopol e Marhanets sono state nuovamente bombardate riportando danni ingenti a diversi edifici. La Polizia nazionale, citata da Ukrinform, ha precisato le 12 località colpite dalle forze armate russe: Avdiivka, Bakhmut, Toretsk, Slovyansk, Mykolaivka, Krasnohorivka, e dei villaggi di Pivnichne, Nelipivka, Karlivka, Opytne, Kostiantynopol, Shcherbynivka. Colpita anche Zaporizhzhia.

Myrhorod, sotto attacco infrastruttura militare

Nella regione ucraina di Poltava, i russi hanno lanciato 4 attacchi missilistici contro l’infrastruttura militare di Myrhorod, a seguito è anche scoppiato un incendio. Il Consiglio comunale della città ha precisato che sul sito attaccato sono intervenuti e stanno operando ambulanze, rappresentanti della Polizia nazionale ucraina e altri soccorsi. Il bilancio delle vittime e dei feriti è in aggiornamento.

Nuovo aiuto militare dagli Usa da circa 3 miliardi di dollari

Dalla Casa Bianca arriva l’annuncio di un nuovo aiuto militare all’Ucraina, la somma è notevolmente corposa: circa 3 miliardi. Joe Biden ha affermato che questo nuovo pacchetto “consentirà di acquistare sistemi di difesa aerea, sistemi di artiglieria e munizioni, sistemi aerei senza pilota e radar per garantire che possa continuare a difendersi a lungo termine”.

Norvegia e Gb pronte a fornire i micro droni Black Hornet

I droni fabbricati in casa norvegese dalla Black Hornet verranno inviati all’Ucraina da Oslo e Londra per un valore complessivo di 9,25 milioni di dollari, l’ha riferito la CNN. Il Ministro della Difesa norvegese, Bjorn Arild Gram ha affermato che sono degli strumenti utilizzati per “riconoscere e identificare dei bersagli“; inoltre, “sono facili da operare, robusti e difficili da riconoscere”. Risultano particolarmente adatti per “il combattimento nelle aree urbane”.

Londra azzera importazione carburante dalla Russia

Il Regno Unito, per la prima volta a giugno, non ha importato carburante dalla Russia. Il governo britannico, guidato dal premier uscente Johnson, si era posto l’obiettivo di eliminare gradualmente, subito dopo lo scoppio della guerra, le importazioni russe di petrolio entro la fine del 2022 e le importazioni di gas il prima possibile. Secondo quanto ha affermato l’Office for National Statics (Ons), anche le importazioni di merci sono crollate a 33 milioni di sterline sempre a giugno, questo costituisce il livello più basso dal 1997.

Boris Johnson a sorpresa di nuovo a Kiev

Proprio il premier britannico a sorpresa è in visita oggi a Kiev per la Giornata dell’Indipendenza. Questa è la terza volta che Boris Johnson si presenta nella Capitale ucraina dall’inizio dell’invasione. “Non tutti i Paesi sono così fortunati ad avere un amico del genere“, queste le parole del presidente Zelensky.

Ultime notizie