mercoledì, 6 Luglio 2022

Guerra in Ucraina, Pioggia di missili su Lysychansk. Johnson a sorpresa di nuovo a Kiev

È iniziata la ricostruzione di un edificio di 16 piani nel quartiere Sviatoshynskyi di Kiev, distrutto da un missile russo. Il Sindaco della Capitale: "Da marzo donate 40 ambulanze". Boris Johnson è tornato a Kiev per un secondo incontro con il presidente Zelensky. La Nasa interromperà rapporti con Mosca.

Da non perdere

La situazione nel Lugansk si fa sempre più infernale. Un raid aereo nemico sta devastando Lysychansk, città orientale gemella di Severodonetsk. Solo oggi qui si registra un numero inquantificabile di morti, a causa dei perpetui bombardamenti russi. La notizia è stata data dal governatore regionale, Serhiy Haidai. Intanto è iniziata la ricostruzione di un edificio di ben 16 piani nel quartiere Sviatoshynskyi di Kiev, distrutto nelle scorse settimane da un missile di Mosca. Nel palazzo vi sono 126 appartamenti, di cui 64 completamente bruciati e 62 parzialmente danneggiati. Le operazioni di ricostruzione e messa in sicurezza dovrebbero essere completate entro l’autunno. Nella Capitale stanno riedificando 11 stabili residenziali che hanno registrato più danni dall’inizio dell’aggressione russa.

Sindaco di Kiev: “Da marzo donate 40 ambulanze”

“Kiev ha ricevuto altre 17 ambulanze e due moderne tac mobili, oltre a due generatori diesel, due camion per la consegna di beni umanitari e un autobus da 55 posti. Da marzo abbiamo ricevuto più di 40 ambulanze“. Lo ha annunciato via Telegram il sindaco della Capitale ucraina, Vitali Klitschko. Quest’ultimo ha sottolineato che stanno “aiutando il più possibile i difensori ucraini, inviando ben 1.700 giubbotti antiproiettile alla Guardia di frontiera”.

Johnson a Kiev da Zelensky per la seconda volta

Il premier britannico Boris Johnson è tornato a Kiev, per un secondo incontro con il presidente Volodymyr Zelensky. “Tanti giorni di questa guerra hanno dimostrato che il sostegno della Gran Bretagna all’Ucraina è fermo e risoluto. Sono felice di rivedere a Kiev il grande amico del nostro Paese Boris Johnson“, si legge sul profilo Telegram del leader ucraino. Presente al summit tra i due presidente anche Andrii Yermak, capo dell’ufficio di Zelensky, che ha spiegato quali punti sono stati affrontati nel corso del colloquio. “Abbiamo discusso della necessità di fornire armi pesanti, sistemi di difesa anti-aerea e sostegno economico all’Ucraina, oltre che del rafforzamento delle sanzioni alla Russia, in particolare delle proposte del gruppo internazionale McFaul-Ermak, nonché delle garanzie di sicurezza per Kiev e della necessità che la Russia ricompensi il danno che abbiamo subito“. Yermak ha ringraziato Johnson, in quanto “buon amico e alleato” e ha concluso: “L’Ucraina vincerà con alleati così forti”.

Nasa interromperà rapporti con la Russia

“Quello che Putin ha fatto in Ucraina è imperdonabile. Il massacro dell’umanità è imperdonabile e sfortunatamente l’Ucraina ne sta pagando il prezzo”, questa la dichiarazione rilasciata ai microfoni di Sky TG24 dall’amministratore delegato della Nasa, Bill Nelson. “Detto ciò, l’Agenzia Spaziale Europea e i suoi Stati membri hanno deciso di interrompere i rapporti con la Russia. – ha aggiunto – Una delle cose che hanno fatto è stato smettere di usare i vettori della Russia, le Soyuz”.

Ultime notizie