mercoledì, 29 Giugno 2022

Guerra in Ucraina, Kiev: “Questo è un genocidio”. Scholz: “Putin non vincerà questa guerra”. Mosca invia tv mobili a Mariupol

A Davos, durante il World Economic Forum, il sindaco di Kiev parla per la sua gente: “È difficile capire cosa vivono gli ucraini. Tornare alla vita normale non è facile”. Anche Scholz, cancelliere tedesco, è intervenuto: “Non ci sarà una pace dettata. Putin deve capirlo”.

Da non perdere

Parole dure quelle del sindaco di Kiev, Vitaliy Klitschko, al World Economic Forum: “Questa non è un’operazione militare speciale, questo è un genocidio del popolo ucraino”, ha aggiunto che “la guerra dei russi non si fermerà al confine”. È intervenuto a Davos anche il cancelliere tedesco, Scholz che ha affermato: “Dobbiamo far capire a Putin che non ci sarà una pace dettata, l’Ucraina non la accetterà”. Di contro, il Cremlino chiede a gran voce a Kiev di accettare le richieste di Mosca e la realtà.

Sindaco di Kiev: “Questo è un genocidio del nostro popolo”

Durante una conferenza stampa al World Economic Forum, Vitaliy Klitschko, sindaco di Kiev, si è espresso con parole dure e decise puntando il dito contro la Russia: “Questa non è un’operazione militare speciale, questo è un genocidio del popolo ucraino. Migliaia di persone sono morte, molte erano civili”. Poi ha parlato a nome della sua gente: “È difficile capire cosa vivono gli ucraini. È una grande tragedia, non solo per l’Ucraina, ma per milioni di persone in Europa, e anche per la Russia, che piano piano lo capirà”. E a proposito dell’Europa, ha sottolineato: “Mosca non accetta che vogliamo far parte dell’Europa, vuole occupare l’Ucraina e credo che il suo obiettivo non si fermerà al confine”. Rivolgendosi agli altri Stati membri ha aggiunto: “Non stimo difendendo solo il nostro Paese, ma tutti voi perché abbiamo gli stessi valori. Questa è la più grande guerra in Europa dal secondo conflitto mondiale e dobbiamo fermarla”. Con rammarico e profonda tristezza ha concluso: “Tornare alla vita normale non è facile”.

Scholz: “Putin non vincerà la guerra”

È intervenuto anche il cancelliere tedesco al World Economic Forum: “Dobbiamo far capire a Putin che non ci sarà una pace dettata, l’Ucraina non la accetterà”, queste le sue parole dopo il timore che probabilmente il Presidente russo potrebbe negoziare seriamente per la pace solo una volta che si sarà reso conto che non può infrangere la difesa dell’Ucraina. Inoltre, il cancelliere ha anche promesso che la Germania interromperà l’uso del petrolio russo entro la fine dell’anno, “Stiamo lavorando duramente per porre fine alla dipendenza dal gas russo”, ha concluso.

Cremlino: “Kiev accetti le richieste di Mosca”

Il Cremlino, invece, “si aspetta che l’Ucraina accetti le richieste di Mosca”. Questo ha dichiarato ai media il portavoce Dmitry Peskov, citato dalla Tass. Ci si aspetta che Kiev sviluppi la consapevolezza “della situazione di fatto, la situazione reale che esiste”, ha aggiunto.

“La Russia ci sta rubando il grano?”

Dopo che 2 giorni fa la CNN aveva diffuso immagini in cui sembrava che alcune navi russe stessero caricando e quindi rubando del grano ucraino, oggi è stato diffuso su internet un video in cui vengono ripresi forse i camion con all’interno il grano ucraino e arriva l’accusa: “La Russia ci sta rubando il grano?”.

Inoltre, Mosca si è mobilitata per la città di Mariupol, non di certo fornendo beni primari come acqua e cibo, ma con tv mobilisarà forse tutta propaganda?

Ultime notizie