mercoledì, 29 Giugno 2022

Asti, operazione “Black Pass”: scoperti 1400 green pass falsi. Arrestato un medico

Un medico è stato tratto in arresto dai Finanzieri del Comando Provinciale di Asti. L'accusa è quella di aver predisposto oltre 1400 green pass falsi. L'inchiesta ha portato al sequestro dei 21mila euro percepiti dal professionista come compenso illecito per rilasciare le certificazioni.

Da non perdere

Questa mattina, giovedì 26 maggio, un medico è stato tratto in arresto dai Finanzieri del Comando Provinciale di Asti. L’accusa è quella di aver predisposto, tra ottobre e dicembre 2021, oltre 1400 green pass falsi. Per il farmacista che avrebbe collaborato con lui, invece, è stato disposto il divieto di esercizio della professione.

Il professionista è accusato di falso ideologico e materiale, ed è stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari disposta dal Giudice per Indagini Preliminari di Asti. Altre 35 persone, che avrebbero usufruito dei suddetti certificati, sono attualmente indagate. L’inchiesta ha portato al sequestro dei 21mila euro percepiti dal medico come compenso illecito per rilasciare le certificazioni.

Secondo quanto accertato dai finanzieri astigiani, il medico avrebbe effettuato 1404 tamponi a nome di altri colleghi, utilizzando le credenziali di accesso al sistema informatico dell’Asl di due colleghi che avevano volontariamente concesso le password. Il medico stesso, inoltre, avrebbe certificato l’effettuazione di 250 tamponi senza averli mai effettivamente eseguiti in favore di 35 soggetti, attualmente tutti indagati.

Ultime notizie