domenica, 29 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Unicef: “Metà dei bimbi ha abbandonato la casa”. Nuovo vertice Nato. Da Johnson altre sanzioni a Mosca

Mariupol continua ad essere il terreno di battaglia più importante, visto la posizione strategica che ricopre. Gravi perdite nell'esercito russo secondo i rapporti NATO. Il Regno Unito continua ad imporre sanzioni a oligarchi e compagnie russe.

Da non perdere

Un incendio registrato vicino Chernobyl. Una nave russa affondata a Berdyansk. Anonymous che annuncia di aver hackerato la Banca centrale russa. La guerra in Ucraina si continua a combattere su più fronti. La NATO, intanto, ritiene che l’offensiva della Russia sia “in gran parte in stallo”, con Mosca che ha subito una “grande quantità di perdite”. Un alto funzionario NATO, ha riferito ad Al Jazeera, che l’Alleanza stima tra le 7mila e le 15mila unità perse dall’esercito russo. Estendendo poi il numero anche alle truppe che non sono più in grado di combattere il numero si aggira tra le 30mila e le 40mila unità. Anche per questo, la presa di Mariupol è importante strategicamente per Mosca, visto che dà accesso dalla Crimea al Donbass. 

Quartier generale della NATO a Bruxelles

NATO: “Chiediamo alla Cina di condannare l’invasione”

“Siamo davanti alla più grave crisi di una generazione. Usa ed Europa sono uniti nell’affrontarla. L’Alleanza deve rivedere la deterrenza e la difesa nel lungo termine”. Così il segretario NATO, Jens Stoltenberg al summit dell’Alleanza. “Si decide il dislocamento di altri 4 battlegroup in Bulgaria, Romania, Slovacchia e Ungheria. Ma la Nato non manderà né truppe né aerei perché vuole evitare una escalation”. Con le parole del Segretario generale della NATO, è iniziata la giornata di vertici prevista oggi, 24 marzo, a Bruxelles.

Unicef: “Un bambino su due ha dovuto abbandonare la propria casa”

Dall’inizio della guerra “un bambino su due ha dovuto abbandonare le proprie case. Una situazione che non abbiamo mai visto prima, non a memoria d’uomo, ed è quasi impossibile da affrontare”. Queste le parole del portavoce dell’Unicef, Elder, alla Cnn.

Regno Unito, nuove sanzioni per la Russia

ll governo inglese ha imposto nuove sanzioni nei confronti di Mosca. Nello specifico, altri 65 individui e organizzazioni russe, tra cui “banche, compagnie di difesa e oligarchi“. I provvedimenti mirano a tagliare e indebolire le industrie vitali che alimentano la macchina da guerra di Putin. “Questi oligarchi, aziende e delinquenti assunti sono complici dell’omicidio di civili innocenti ed è giusto che ne paghino il prezzo”, ha affermato in una nota il ministro degli esteri britannico Liz Truss.

Ultime notizie