mercoledì, 18 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, incendio vicino Chernobyl. Nave russa affondata a Berdyansk. Anonymous hackera la Banca centrale russa

Nella notte, la foresta che circonda la centrale nucleare di Chernobyl è andata in fiamme. Alcuni media locali riferiscono della più grande nave Russa affondata nel porto di Berdyansk, nell'area di Zaporizhzhia. Il collettivo informatico Anonymous, intanto, ha hackerato questa mattina la Banca centrale russa.

Da non perdere

“La guerra lampo è fallita”. Zelensky a distanza di un mese esatto dallo scoppio del conflitto, è sicuro. “Kiev si difenderà fino all’ultimo, ma abbiamo bisogno di aerei e mezzi di difesa contro gli attacchi dal cielo. Putin non ha intenzione di fermarsi, e presto lo scontro coinvolgerà l’intera Europa”. Raggelanti, le parole del presidente ucraino nell’intervista rilasciata a La Repubblica. Da una località segreta, ribadisce la propria disponibilità a discutere con Mosca, a patto di non subire ultimatum. E chiede all’Europa di continuare a pressare il Cremlino con le sanzioni.

Incendio a Chernobyl e sirene a Odessa

Nella notte, intanto, la foresta che circonda la centrale nucleare di Chernobyl è andata in fiamme. A riportarlo, è l’Agenzia Internazionale per l’energia atomica, con un tweet sul suo profilo: “Lievi aumenti delle concentrazioni di cesio nell’aria sono stati rilevati a Kiev e in due centrali nucleari, ma non ci sono problemi radiologici significativi”, si legge. A Odessa, invece, dopo una nottata relativamente tranquilla, questa mattina all’alba sono tornate a risuonare le sirene antiaeree. Il coprifuoco notturno è terminato intorno alle 6, ma la gente sembra poco incline a popolare le strade.

Fiamme alte nel porto di Berdyansk

Alcuni media locali riferiscono di un vasto incendio dilagato nel porto di Berdyansk, città nell’area di Zaporizhzhia. Sui social si vedono diverse immagini delle fiamme che abbracciano la struttura. Non è chiaro, per il momento, se sia stato fatto esplodere un deposito di carburante o sia stato colpito un deposito di armi. Secondo una emittente televisiva del posto, si tratterebbe di una nave russa, ipotesi avallata dallo Stato maggiore delle Forze ucraine, che parla di una grossa imbarcazione d’assalto nemica distrutta all’interno del porto, la più gande nave della flotta militare nemica.

Anonymous hackera la Banca centrale russa

Il collettivo informatico Anonymous ha hackerato questa mattina la Banca centrale russa. “Entro 48 ore verranno rilasciati oltre 35mila file segreti”, scrivono su Twitter gli attivisti. Nei giorni scorsi, il collettivo aveva messo fuori gioco alcuni siti di diverse società che non hanno abbandonato la Russia. Tra questi la Nestlè che, sotto pressione, ha ridotto le sue attività a Mosca.

 

Ultime notizie