mercoledì, 17 Luglio 2024

Meteo, nuova ondata di maltempo: si prospetta allerta arancione nella regione Toscana, già gravemente danneggiata dal diluvio

Prevista un'ondata di maltempo su tutta la penisola che, nei prossimi giorni, sarà colpita da forti perturbazioni, temporali e nevicate.

Da non perdere

Oggi, giovedì 9 novembre, la Protezione Civile ha dichiarato stato di allerta in alcune  regioni dell’Italia centro- meridionale. In Toscana, il CFR (Centro Funzionale Regionale) ha prolungato l’ allerta arancione nella zona nord-occidentale. Codice giallo negli altri settori della regione, dalle 16 di oggi alle 14 di domani, mentre in Emilia-Romagna, Sardegna e Umbria rimane allerta gialla.

Prevista un’ondata di maltempo su tutta la penisola che, nei prossimi giorni, sarà colpita da forti perturbazioni, temporali e nevicate.

Toscana
Registrati 8 morti solo la settimana scorsa, nella regione Toscana, la situazione di forte maltempo sembra aggravarsi. In provincia di Prato, il sindaco ha intimato i cittadini di  restare a casa. Chiuse le scuole di ogni ordine e grado, chiusi al pubblico giardini e cimiteri.

E’ prevista un’intensificazione delle precipitazioni nella seconda parte del pomeriggio, che si sposteranno dalla costa verso l’interno con rischio temporali in orario serale. Alto rischio n particolare nelle città di Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Pistoia e Prato. Nell’area Bisenzio-Ombrone pistoiese è prevista allerta gialla, rischio idraulico del reticolo principale dalle 18 di giovedì alle 14 di venerdì.

immagini di Firenze, risalenti a 3 giorni fa: 3 fiumi esondati

Si prospetta una perturbazione atlantica su tutta la penisola. Il fenomeno, proveniente dall’Islanda, si scatenerà nelle prossime ore: sono attese le prime piogge al Nord-ovest poi dal pomeriggio anche sul versante tirrenico. In serata, le piogge si estenderanno anche nell’area Nord-est e al Sud e si intensificheranno,  soprattutto nelle zone recentemente colpite dal forte maltempo e dalle alluvioni, quali fra tutte proprio la Toscana.

Dopo un periodo oscillante fra estate ed autunno (nel sud Italia, registrate temperature fino ai ventinove gradi), si verificherà un decisivo abbassamento termico. In alcune zone, sembra sia prossimo un inverno precoce: prevista una tempesta di neve sulle Alpi fino ai 1000 metri di quota e sull’Appennino settentrionale fino ai 1500 metri.

Nel weekend, schiarite nella zona nord-occidentale. La regioni tirreniche, insieme alla zona Triveneto, colpite da ulteriori temporali anche a  causa della formazione  del ciclone secondario, il cosiddetto ‘Venezia Low’.

Ultime notizie