venerdì, 19 Luglio 2024

Russia, sparito Prigozhin: nel suo ufficio trovati 43 milioni in contanti. Raid e controffensive in Ucraina

Prigozhin sembra essere scomparso, probabilmente diretto in Bielorussia o nelle trincee del fronte ucraino. Nel suo rifugio a San Pietroburgo sono stati trovati 43 milioni in contanti. Sul fronte ucraino la situazione resta sostanzialmente invariata, ma continua la controffensiva a Mariupol.

Da non perdere

Evgenij Prigozhin l’abbiamo lasciato mentre abbandonava Rostov con i suoi uomini del Gruppo Wagner. Di lui non si hanno più notizie, probabilmente diretto in Bielorussia o nelle trincee del fronte ucraino, sembra essere scomparso. Secondo fonti vicine al Cremlino il leader dei mercenari sarebbe stato espulso dalla Russia. Intanto, durante una perquisizione a San Pietroburgo, sono stati trovati nel suo ufficio 43 milioni di euro. Ai media russi, il capo dei mercenari ha risposto tramite l’Ufficio stampa: “Manda i saluti a tutti e risponderà alle domande quando comunicherà normalmente“.

Dalla Lituania: “Non sappiamo nulla ancora”

Il presidente della Lituania Gitanas Nauseda ha riferito di non avere al momento informazioni che permettano di accertare la presenza o meno del capo di Wagner in Bielorussia. Il Paese lituano, però, impiegherà tutte le risorse di intelligence per valutare la situazione politica e di sicurezza in Bielorussia. Nauseda ha chiesto un rafforzamento del fronte orientale della NATO in seguito agli eventi accaduti in Russia nella giornata di sabato, 24 giugno. Ci sarebbe un accordo mediato da Alexander Lukashenko, secondo cui Prigozhin dovrebbe andare in esilio in Bielorussia, che condivide un confine con la Lituania.

Il tesoro di Prighozin

Nell’ufficio di Prigozhin a San Pietroburgo sarebbero state ritrovate 5mila banconote per un valore di circa 4 miliardi di rubli, l’equivalente di 43 milioni di euro. Il tesoretto si trovava, secondo quanto riportato dalle autorità, all’interno di scatole vicino nel rifugio del leader di Wagner. Sarebbero stati trovati anche 5 chili di lingotti d’oro, sei pistole in pacchi e 5 mattonelle di polvere bianca. Il denaro, secondo quanto riferito da media russi, sarebbe servito per mantenere l’organizzazione militare.

Notizie dal fronte ucraino

La TASS afferma che le Forze russe hanno soppresso 30 postazioni di artiglieria ucraine vicino a Krasny Liman. Inoltre, l’aereo del raggruppamento di truppe “Centro” ha effettuato più di 40 sortite, durante le quali sono stati effettuati attacchi missilistici, con particolare intensità su luoghi in cui sono state accumulate attrezzature. Lo ha affermato Alexander Savchuk, responsabile del centro stampa del raggruppamento “Centro”.

Dall’inizio della controffensiva, secondo quanto riferito da Ukrinform, le Forze Armate dell’Ucraina hanno liberato 130 chilometri quadrati dagli occupanti russi nel sud. Lo ha dichiarato il viceministro della Difesa ucraino Hanna Maliar su Telegram. Secondo Maliar, la situazione è rimasta piuttosto invariata in direzione sud nell’ultima settimana. Le Forze di Difesa ucraine continuano l’operazione di controffensiva nei settori di Melitopol e Berdiansk.

Ultime notizie