giovedì, 29 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, ritirata russa da Zaporizhzhia. Bombardamento a tappeto su Donetsk

Le truppe di Mosca si ritirano dalla regione di Zaporizhzia che ieri notte è stata raggiunta da un missile russo, è stato provocato un blackout temporaneo. Non c'è tregua per il Donetsk, massiccio bombardamento sul centro di Avdiyivka, distrutto un grattacielo a Bakhmut. Si teme ci siano persone sotto le macerie.

Da non perdere

Anatoly Kurtev, sindaco ad interim di Zaporizhzhia, ha reso nota la notizia di un missile russo che ha colpito la città, provocando diversi danni e un blackout generale e temporaneo. Al momento non sono state segnalate vittime.

Kiev: “Russi ritirano truppe da Zaporizhzhia”

A stretto giro il vice del Consiglio regionale ucraino, Sergiy Lyshenko, ha annunciato che “gli occupanti hanno ritirato le truppe ed equipaggiamenti da molti villaggi e città vicini alla linea di contatto nella regione di Zaporizhzhia“. Ha poi aggiunto che nell’area sono rimaste solo le forze della Polizia che collaborano con i nemici, “i russi hanno portato via perfino apparecchiature bancarie. Ora il lavoro delle filiali delle banche russe e l’emissione di denaro è stata interrotta, di conseguenza, gli occupanti si aspettano di doversi ritirare“.

Massicci bombardamenti anche nel Donetsk

Il capo dell’amministrazione militare regionale di Donetsk, Pavlo Kyrylenko, ha annunciato che le truppe russe hanno distrutto un grattacielo a Bakhmut e bombardato massicciamente il centro di Avdiyivka. Nello specifico, il distretto di Bakhmut è stato colpito “intorno a mezzanotte”. Secondo le prime informazioni, 4 persone potrebbero essere sotto le macerie. Inoltre, continua Kyrylenko, le forze armate di Mosca hanno preso di mira anche un ospedale a Toretsk, sono state danneggiate alcune aree dell’edificio e un dipendente è stato ferito.

Ultime notizie