mercoledì, 5 Ottobre 2022

Guerra in Ucraina, Aiea: “Serve zona di sicurezza alla centrale di Zaporizhzhia”. Esplosioni a Berdiansk: colonne di fumo tra gli edifici

L'Aiea ha diffuso oggi, 6 settembre, il rapporto conclusivo sulla missione nella centrale nucleare di Zaporizhzhia: "L'attuale situazione è insostenibile, trovati danni in diversi punti del reattore". A Berdiansk è stata avvertita una seconda esplosione a distanza di poche ore dall'attentato all'auto del sovrintendente filorusso Artem Bardin, rimasto gravemente ferito.

Da non perdere

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica ha diffuso oggi, 6 settembre, un rapporto conclusivo di 52 pagine in merito alla missione compiuta nella centrale nucleare di Zaporizhzhia. “L’attuale situazione è insostenibile. Urgente adottare misure provvisorie – prosegue la relazione dei tecnici Onu – siamo pronti ad avviare immediatamente le consultazioni che porteranno all’istituzione di una zona di sicurezza nucleare e protezione presso la centrale di Zaporizhzia”. L’Aiea ha osservato come nella zona vi siano veicoli militari russi sotto il cavalcavia che collega le unità del reattore, sottolineando la presenza di personale, mezzi ed equipaggiamenti di Mosca in diversi punti dell’impianto atomico. Stando al rapporto pare vi siano anche alcuni esperti di Rosenergoatom, il gruppo russo per l’energia. Il team Aiea ha scritto di aver riscontrato “danni in diversi punti, alcuni nei pressi degli edifici del reattore; alcuni lavori di riparazione sarebbero già stati effettuati, mentre altri sono in corso”. Inoltre gli esperti specificano che “sebbene i bombardamenti in corso non abbiano ancora innescato un’emergenza nucleare, continuano a rappresentare una minaccia costante”, con il rischio di “conseguenze radioattive“.

Seconda esplosione a Berdiansk

Imperversano gli scontri sul suolo ucraino. A Berdiansk, nell’area della regione di Zaporizhzhia attualmente controllata dall’esercito nemico, è stata avvertita una seconda esplosione a distanza di poche ore dall’attentato all’auto del sovrintendente filorusso dell’Oblast, Artem Bardin, rimasto gravemente ferito. “I Vigili del Fuoco sono diretti verso il distretto di Slobodka. Le circostanze dell’accaduto stanno venendo determinate”, ha scritto su Telegram Vladimir Rogov, membro dell’amministrazione filorussa. Quest’ultimo ha anche pubblicato sul suo canale un filmato che mostra colonne di fumo nero tra i palazzi. Nel frattempo il consigliere del Capo di Stato Maggiore ucraino, Serhiy Leshschenko, ha annunciato che stasera il presidente Volodymyr Zelensky annuncerà “grandi notizie” in merito alla controffensiva delle forze ucraine nella regione di Kharkiv, nel nord-est dell’Ucraina.

Von der Leyen: “Putin manipola il nostro mercato energetico, gioco cinico”

Putin sta manipolando il nostro mercato energetico e usando le forniture di gas come arma. Il suo giochetto cinico è per noi un test di unità e solidarietà”. Così ha tuonato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ai microfoni di un gruppo di quotidiani europei. Secondo la leader Ue il price cap al gas russo è “indispensabile per limitare le entrate di Putin che servono per finanziare la sua atroce guerra contro l’Ucraina”. Secondo von der Leyen resta “quasi impossibile per la Russia trovare nel breve periodo nuovi clienti che acquistino via gasdotto“.

Ultime notizie