venerdì, 19 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, feroce raid russo su Mykolaiv: almeno 2 morti e 3 feriti. Prima nave carica di grano partita da Odessa verso Libano

Esplosioni a Kherson e Kharviv. A seguito dell'attacco ucraino su quartier generale a Sebastopoli, la ritorsione russa è arrivata con un violento bombardamento su Mykolaiv, distrutto anche un ospedale. Zelensky. "Il più brutale da inizio guerra. Grazie ai residenti per la loro indomabilità". Kiev: "Circa 300 persone disperse nella regione, 216 corpi ancora da identificare". Turchia annuncia che l'imbarcazione Razoni carica di grano è salpata da Odessa verso il Libano.

Da non perdere

Durante la notte sono state udite delle esplosioni a Skadovsk, nella regione di Kherson. È stato distrutto un deposito di munizioni, alcuni testimoni oculari hanno affermato che un denso fumo nero ha ricoperto il cielo sulla città portuale. Registrati bombardamenti russi anche a Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina. È stato preso di mira il distretto di Saltiv della città, il bilancio è di almeno 2 feriti. Il più violento attacco è stato registrato a Mykolaiv. Durante un raid notturno da parte di Mosca avvenuto a seguito dell’attacco ucraino di un drone al quartier generale della flotta del Mar Nero a Sebastopoli, al momento le vittime sono 2 e i feriti 3. Kiev fa sapere che nella regione della Capitale sono state date per disperse circa 300 persone. Sul fronte dell’export di grano, il Ministro della Difesa turco aveva annunciato la partenza verso le ore 5:30 (le 7:30 italiane) di questa mattina della prima nave carica di grano in partenza da Odessa verso il Libano; dopo mesi di blocco, l’imbarcazione è ufficialmente partita.

Raid russo su Mykolaiv: almeno 2 morti e 3 feriti

A seguito dell’attacco di un drone di Kiev al quartier generale della flotta del Mar Nero a Sebastopoli, è arrivata la risposta da parte dei russi questa notte appena trascorsa con un raid. Pesanti bombardamenti hanno colpito la città di Mykoaliv in cui è rimasto ucciso il magnate del grano ucraino, Oleksiy Vadatursky, e almeno 2 civili e altri 3 sono rimasti feriti, il bilancio è in aggiornamento. Distrutto un ospedale. Si è espresso Zelensky che ha descritto l’attacco come il “più brutale sulla città durante l’interno periodo della guerra”. Inoltre, ha ringraziato tutti i residenti “per la loro indomabilità” perché “in questa fase della guerra, il terrore è l’arma principale della Russia“.

Kiev: “300 persone disperse”

A causa delle ostilità nella regione di Kiev, sono circa 300 le persone considerate disperse, mentre 216 corpi già rinvenuti devono ancora essere identificati. Questo l’annuncio del capo di dipartimento di polizia della regione della Capitale, Andriy Niebytov: “Sono stati prelevati dei campioni di DNA. Spero che grazie alla collaborazione con i familiari saremo in grado di identificare questi corpi”. Inoltre, ha aggiunto che mentre documentava i crimini di guerra, la Polizia ha scoperto che molti residenti locali sono detenuti in Bielorussia.

Ankara: “Partita prima nave carica di cereali da Odessa”

Il Ministro della Difesa turco aveva annunciato che verso le ore 5:30 (le 7:30 italiane) di questa mattina sarebbe partita la prima nave dal porto di Odessa carica di grano, circa 26mila tonnellate, dopo mesi di blocco. Le autorità turche hanno annunciato che l’imbarcazione è salpata. “La partenza della nave mercantile Razoni è diretta verso il Libano. Seguiranno altri convogli lungo i corridoi marittimi”, ha aggiunto il Ministero.

Ultime notizie