mercoledì, 5 Ottobre 2022
- Advertisement -spot_img

TAG

porto di odessa

Guerra in Ucraina, bombe su Nikopol. Amnesty: “Le vostre critiche sono dei troll”. Kiev: “Nostra équipe non è stata interpellata”

Forti esplosioni udite questa mattina nella città di Mykolaiv. Pioggia di bombe su Nikopol, nella regione di Dnipropetrovsk. Ankara ha affermato che dai porti ucraini sono partite altre 3 navi cariche di cereali. Continua la faida Amnesty International-Kiev riguardo al rapporto pubblicato ieri dall'Organizzazione che attaccava l'esercito ucraino di mettere in pericolo i civili.

Guerra in Ucraina, nel mirino russo Kherson e Mykolaiv esplosioni a Kharkiv. Mosca: “Useremo armi nucleari se verremo attaccati”

Forti esplosioni segnalate a Makivka, nel Donetsk. La seguono a ruota Kherson, Mykolaiv e Kharkiv. La nave Razoni è arrivata a Istanbul, al via le ispezioni. Un diplomatico russo: "Mosca non userà arsenale nucleare, lo farà se verrà aggredita direttamente dalla NATO". Bilancio di Kiev sui soldati nemici uccisi da inizio invasione: 41.350. L'Onu ha reso noto il numero degli ucraini scappati dal Paese: 10 milioni.

Guerra in Ucraina, non c’è pace per il grano: nave Razoni investita dal maltempo. Kiev: “No concessioni territoriali o sovranità”

La nave Razoni, l'imbarcazione carica di cereali ucraini, partita ieri dal porto di Odessa arriverà stanotte o nelle prime ore di domattina a Istanbul per ispezioni, il ritardo è dovuto al maltempo. Kiev: "Non faremo concessioni in termini di indipendenza, integrità territoriale e sovranità".

Guerra in Ucraina, feroce raid russo su Mykolaiv: almeno 2 morti e 3 feriti. Prima nave carica di grano partita da Odessa verso Libano

Esplosioni a Kherson e Kharviv. A seguito dell'attacco ucraino su quartier generale a Sebastopoli, la ritorsione russa è arrivata con un violento bombardamento su Mykolaiv, distrutto anche un ospedale. Zelensky. "Il più brutale da inizio guerra. Grazie ai residenti per la loro indomabilità". Kiev: "Circa 300 persone disperse nella regione, 216 corpi ancora da identificare". Turchia annuncia che l'imbarcazione Razoni carica di grano è salpata da Odessa verso il Libano.

Guerra in Ucraina, Erdogan su grano: “Le parti rispettino l’accordo”. Estonia alla Russia: “Ue non si fa ricattare”

A seguito dei continui bombardamenti sul porto di Odessa, si teme che la firma sull'export di grano possa saltare. Interviene Erdogan: "Esorto entrambe le parti a rispettare gli accordi". L'Estonia si è scagliata contro la Russia: "L'Ue non si farà ricattare. Mosca usa l'energia come arma, ci aspetta un inverno freddo ma lo affronteremo insieme".

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img