martedì, 9 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, bombe su Bakhmut Kharkiv e Mykolaiv: 3 morti e 23 feriti. Russi spostano armi nella centrale nucleare di Zaporizhia

Bombardato il mercato centrale di Bakhmut. Si aggrava il bilancio degli attacchi di questa mattina a Kharkiv: 3 morti e 23 feriti. A Mykolaiv distrutto un magazzino di aiuti umanitari. Intanto a Zaporizhia i russi spostano armi nella centrale nucleare. Secondo le stime di Kiev la Russia ha già utilizzato il 50% delle armi di precisione di cui disponeva.

Da non perdere

Continuano a piovere bombe nel Donetsk, dopo Kharkiv bombardato anche il mercato centrale di BakhmutLo ha riferito il servizio stampa della Polizia nazionale ucraina. Diversi magazzini commerciali hanno preso fuoco a seguito dell’attacco. L’incendio è stato completamente estinto e sono in corso accertamenti per verificare la presenza di feriti e di morti. Nella giornata di ieri bollettino dello Stato maggiore ucraino aveva reso nota la volontà delle armate russe di creare le condizioni per avanzare sulla città di Bakhmut e prendere il controllo della centrale elettrica di Vuhlehirska.

Bombe su Kharkiv: 3 morti e 23 feriti. A Mykolaiv distrutto un magazzino di aiuti umanitari

Sale il bilancio delle vittime del bombardamento di questa mattina a Kharkiv. Tre civili sono stati uccisi e 23 feriti. Colpita intorno alle 9:30 una fermata del trasporto pubblico nel distretto di Kyivskyi di Kharkiv con i sistemi di lancio multiplo di razzi Uragan (MLRS). Si tratta del secondo bombardamento a fermate dei trasporti pubblici a Kharkiv nelle ultime 48 ore. Colpito, invece, nei bombardamenti odierni a Mykolaiv uno dei magazzini di aiuti umanitari. “Migliaia di tonnellate di prodotti destinati ai bambini, agli anziani e ad altri bisognosi sono stati bruciati”, ha riferito Vitalii Kim, Governatore dell’oblast di Mykolaiv.

Russi spostano armi nella centrale nucleare di Zaporizhia

Le forze russe hanno spostato attrezzature militari, esplosivi e armi nella sala macchine della centrale nucleare di Zaporizhia. Lo ha riferito Energoatom, la società nazionale di generazione di energia nucleare ucraina. “L’esercito russo ha portato almeno 14 pezzi di equipaggiamento militare pesante con munizioni, armi ed esplosivi nella sala macchine dell’unità di potenza n.1 presso la centrale nucleare di Zaporizhia. L’intero arsenale di equipaggiamento pesante con tutte le munizioni si trova attualmente molto vicino al apparecchiature che assicurano il funzionamento del turbogeneratore. In particolare, nelle immediate vicinanze del serbatoio principale dell’olio, che contiene olio infiammabile che raffredda la turbina a vapore. C’è anche idrogeno esplosivo, che viene utilizzato per raffreddare il generatore”, scrive Energoatom.

Kiev: “La Russia ha già utilizzato più del 50% delle armi di precisione di cui disponeva”

Secondo l’intelligence ucraina Mosca avrebbe già utilizzato oltre il 50% delle armi di precisione che aveva all’inizio della guerra. Lo ha dichiarato in un briefing presso l’Ucraina Media Center Vadym Skibitskyi, il rappresentante della direzione principale dell’intelligence presso il ministero della Difesa ucraino. “L’intelligence militare ha fatto una certa valutazione per quanto riguarda le armi di precisione: sulla base delle nostre stime, al momento hanno utilizzato dal 55% al ​​60% di ciò che avevano prima della guerra“, ha detto Skibitskyi.

Ultime notizie