venerdì, 19 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, attacchi russi su Nikopol e Kharkiv: 5 morti e 10 feriti. Fuoco su una troupe portoghese a Mykolaiv

Negli attacchi a Kharkiv è morto anche un 13enne, tra i feriti si contano 3 bambini. A Mykolaiv militari russi hanno aperto il fuoco contro una troupe portoghese, mentre a Bakhmut 4 russi sono stati arrestati per spionaggio. Secondo lo Stato Maggiore ucraino la città del Donetsk potrebbe essere il prossimo obiettivo di Mosca.

Da non perdere

Sale a 2 morti e 9 feriti, di cui 3 bambini, il bilancio del raid russo sulla zona residenziale di Nikopol. Nell’attacco della scorsa notte sono stati utilizzati missili Grad. Sotto assedio anche Kharkiv, dove 3 persone, tra cui un adolescente di 13 anni, sono state uccise. Ferita una donna di 72 anni. Secondo l’ultimo aggiornamento fornito dall’intelligence britannica, l‘offensiva russa nella regione del Donbass continua a segnare progressi minimi, con le forze ucraine che tengono la linea di difesa. 

Mykolaiv, fuoco russo su troupe portoghese

Nella regione di Mykolaiv militari moscoviti hanno sparato contro una troupe dell’emittente pubblica portoghese RTP. Lo ha reso noto l’Unione nazionale dei giornalisti dell’Ucraina. “La troupe cinematografica guidata dall’esperto corrispondente militare portoghese Antonio Mateus è stata presa di mira nel villaggio di Lymany”, ha affermato la NUJU. “Sono scappati e hanno filmato“, ha detto la NUJU, citando anche il giornalista ucraino Andriy Kovalenko, che attualmente collabora con il team RTP. Secondo quanto reso noto da rapporti recenti, le Forze dell’Ordine ucraine avrebbero aperto 46 casi per crimini commessi dall’esercito russo contro giornalisti dall’inizio dell’invasione.

Bakhmut, arrestati per spionaggio 4 russi

Intanto a Bakhmut, nella regione di Donetsk, 4 agenti russi sono stati individuati e arrestati con l’accusa di aver comunicato le coordinate delle infrastrutture della città, raccolto informazioni sullo schieramento dell’esercito e il movimento delle unità delle forze armate all’interno della regione. Lo ha reso noto il portavoce del Servizio di sicurezza della Procura regionale di Donetsk, Artem Dekhtyarenko, secondo cui i dati raccolti sarebbero dovuti essere utilizzati dalle forze di Mosca per effettuare una serie di attacchi missilistici su Bakhmut e sabotaggi contro le forze di difesa sul fronte orientale. Secondo l’ultimo bollettino dello Stato maggiore ucraino, le armate russe starebbero conducendo operazioni militari mirate a creare le condizioni per avanzare sulla città di Bakhmut e prendere il controllo della centrale elettrica di Vuhlehirska. L’importanza strategica di Bakhmut è data dalla presenza di uno snodo autostradale che conduce a Sloviansk e a Kramatorsk, i due principali insediamenti della regione ancora in mano alle forze di Kiev.

Ultime notizie