martedì, 16 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, scarica di oltre 20 missili dalla Bielorussia, 9 su Chernihiv. Zelensky: “Aumenteremo export elettricità all’Ue”

Pioggia di missili sull'Ucraina, oltre 20 lanciati dalla Bielorussia; 9 di questi hanno colpito la zona di Goncharivska, nella regione di Chernihiv. Colpita anche la regione di Kiev, in particolare alcune infrastrutture. Pioggia di bombe su Mykolaiv. Zelensky: "Abbiamo intenzione di aumentare le esportazioni di elettricità verso l'Ue".

Da non perdere

L’Ucraina anche questa mattina ha denunciato diversi attacchi missilistici da parte dei russi. Nelle prime ore della giornata, la regione di Kiev è stata colpita, distrutte alcune infrastrutture. Le sirene hanno iniziato a suonare anche nella capitale. Secondo fonti militari ucraine, oltre 20 missili sono stati lanciati dalla Bielorussia sull’Ucraina, 9 di questi hanno colpito la zona di Goncharivska, nella regione di Chernihiv. Durante la notte è stata attaccata anche Mykolaiv, pioggia di bombe che hanno distrutto “scuole ed edifici residenziali”, ha affermato il sindaco Oleksandr Sienkovich. Sul fronte energetico, Zelensky ha affermato che il Paese ha intenzione di aumentare l’esportazione di elettricità verso l’Europa. A stretto giro arrivano le dichiarazioni di Gazprom, riportate da Ria Novosti, che sta fornendo gas russo per il transito attraverso il territorio dell’Ucraina nella “quantità confermata di 42,1 milioni di metri cubi”.

Attacco missilistico su regione di Kiev

Il governatore regionale Oleksiy Kuleba ha reso noto un attacco missilistico russo nelle prime ore di questa mattina che ha colpito il distretto di Vyshgorod, a nord della capitale ucraina. Il bilancio delle vittime è ancora sconosciuto, si attendono ulteriori notizie.

Kiev: “Oltre 20 missili lanciati da Bielorussia”

Alcune fonti militari ucraine hanno riferito un attacco missilistico corposo. Sono circa 20 i missili lanciati dalla Bielorussia sul territorio ucraino, 9 di questi hanno colpito la zona di Goncharivska, nella regione di Chernihiv. Del bilancio delle vittime non si ha al momento alcuna notizia.

Zelensky: “Kiev aumenterà esportazione elettricità in Europa”

Ci stiamo preparando ad aumentare le nostre esportazioni di elettricità verso i consumatori nell’Unione Europea” questo garantisce un guadagno di valuta estera ma anche “di aiutare i nostri partner a resistere alla pressione energetica russa”, l’ha detto Zelensky durante un’intervista nella giornata di ieri. Questa decisione è partita subito dopo il blocco delle forniture imposto dalla Russia; c’è stata una riduzione di gas all’Ue attraverso il gasdotto Nord Stream 1, lo stesso gas che in parte viene utilizzato per la produzione di energia elettrica. Prima dell’invasione della Russia, il fabbisogno energetico dell’Ucraina veniva soddisfatto con il 50% di energia nucleare. Il paese faceva affidamento anche sulle importazioni dalla Russia e dalla Bielorussia. Le truppe russe hanno recentemente assaltato la più grande centrale nucleare dell’Ucraina a Enerhodar, una centrale idroelettrica sul fiume Dnipro e almeno due centrali elettriche a carbone.

Ultime notizie