mercoledì, 29 Giugno 2022

Guerra in Ucraina, ordigno inesploso salta a Mariupol: muore bimbo di 12 anni. Bombe nel Lugansk e a Kharkiv: 16 vittime

Un ordigno inesploso è scoppiato ieri a Mariupol, in un'area comprendente un edificio scolastico. A seguito della detonazione ha perso la vita un ragazzino di 12 anni. Almeno 7 persone sono state uccise dai bombardamenti russi sulla regione del Lugansk. Sale a 9, invece, il bilancio delle vittime civili a Kharkiv. Tra queste, un bambino di cinque mesi.

Da non perdere

Un ordigno inesploso è scoppiato ieri a Mariupol, in un’area comprendente un edificio scolastico. A seguito della detonazione ha perso la vita un ragazzino di 12 anni. “State attenti, e ripetete ogni giorno ai vostri bambini di non toccare oggetti sospetti e sconosciuti”, ammonisce su Telegram Petr Andriuscenko, consigliere del sindaco di Mariupol, che aggiunge: “Anche dopo la fine dei combattimenti attivi, le armi russe rimaste inesplose continuano ad uccidere i nostri figli”.

Bombe nel Lugansk e su Kharkiv: 16 morti in tutto

Almeno 7 persone, intanto, sono state uccise nella giornata di ieri dai bombardamenti russi sulla regione del Lugansk. Lo ha reso noto il governatore regionale, Sergej Gaidai. Quattro delle vittime si registrano nella città di Severodonetsk. Sale a 9, invece, il bilancio delle vittime civili provocate dai bombardamenti russi su Kharkiv. Tra queste, un bambino di cinque mesi. I feriti sarebbero almeno 19. A renderlo noto sono le autorità locali. La città, durante la notte, è stata nuovamente presa di mira dal fuoco nemico.

Notte di bombardamenti su Dnipro: città rasa al suolo

Il governatore dell’oblast di Dnepropetrovsk parla di situazione incandescente anche nella sua regione, ed in particolare a Dnipro, dove una serie di pesanti bombardamenti effettuati tra la scorsa notte e le prime luci dell’alba avrebbe raso al suolo la città. “Ore pazzesche. C’è distruzione ovunque”, afferma il governatore. “I soccorritori stanno sgomberando le macerie e cercando di trarre in salvo le persone sepolte vive. Più a sud, i russi stanno muovendo ingenti truppe di terra, unità marittime e aerei dalla Crimea”.

Ultime notizie