martedì, 24 Maggio 2022

Donna fatta a pezzi nel Bresciano: confessa il vicino di casa

La donna uccisa e fatta a pezzi nel bresciano era un'attrice di film hard, conosciuta con il nome di Charlotte Angie. Un 43enne amico e vicino di casa è stato arrestato, nella notte ha confessato l'omicidio.

Da non perdere

Risolto il giallo della donna fatta a pezzi e ritrovata una settimana fa nelle campagne del Bornio, nel bresciano. Il responsabile sarebbe un uomo di 43 anni, amico e vicino di casa della vittima. I Carabinieri, già nei giorni scorsi, grazie ad alcuni tatuaggi presenti sui resti ritrovati, avevano dato un nome alla donna, identificata come Carol Maltesi, in arte Charlotte Angie, 25 anni milanese e conosciuta nel mondo dei film hard. La confessione da parte del 43enne è arrivata nella notte. L’uomo ieri si era presentato ai militari per fornire alcune informazioni sulla donna scomparsa, dando informazioni contraddittorie rispetto a quelle acquisite fino a quel momento dalle investigazioni.

Durante le indagini i Carabinieri hanno accertato che l’auto della 25enne, il 20 marzo, era transitata proprio nel territorio di Bornio, con alla guida un uomo. Sottoposto a interrogatorio ha infine confessato l’omicidio, che sarebbe avvenuto a gennaio scorso. L’uomo avrebbe poi congelato il cadavere fatto a pezzi e infine, lo scorso 20 marzo, lo avrebbe buttato in un dirupo in località Paline, a Bornio, dove è stato rinvenuto. Il 43enne dovrà rispondere di omicidio aggravato, distruzione e occultamento di cadavere.

Ultime notizie