domenica, 25 Luglio 2021

Catania, contributi Covid a condannati per mafia: denunce e sanzioni

La Guardia di Finanza di Catania, ha individuato 19 imprenditori, già condannati per mafia o sottoposti a interdittiva antimafia, per aver indebitamente percepito il contributo COVID a sostegno delle imprese e dei lavoratori autonomi.

Da non perdere

La Guardia di Finanza di Catania ha individuato 19 imprenditori, già condannati per mafia o sottoposti a interdittiva antimafia, per aver indebitamente percepito il contributo COVID a sostegno delle imprese e dei lavoratori autonomi.

Le attività di indagine, svolte a tutela della spesa pubblica e al contrasto patrimoniale della criminalità organizzata di tipo mafioso, hanno riguardato oltre 20 soggetti che nel corso del 2020 e del 2021, hanno presentato la richiesta e ottenuto il “contributo a fondo
perduto”, previsto dalla normativa nazionale per favorire le imprese.

Gli approfondimenti delle Fiamme Gialle hanno appurato che 19 imprenditori non
potevano accedere al contributo in quanto condannati, con sentenza
definitiva, per il reato di associazione a delinquere di tipo mafioso o, comunque, già colpiti da interdittiva antimafia.

Cinque soggetti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Catania per indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato, mentre i restanti 14 imprenditori dovranno pagare una sanzione amministrativa.

Ultime notizie