martedì, 19 Ottobre 2021

Italia, calano le nascite e aumenta il ricorso alla maternità assistita

In Italia sono in calo le nascite, ma sale il ricorso alla maternità assistita. Tecniche di procreazione medicalmente assistita nel 2019 per 3,06 gravidanze ogni 100, contro le 2,53 ogni 100 del 2018.

Da non perdere

In Italia prosegue il calo delle nascite, ma vi è un aumento al ricorso di tecniche di procreazione assistita.

Dall’ultimo Rapporto annuale sull’evento nascita in Italia (Cedap), curato dal Ministero della Salute è emerso che nel 2019 la procreazione assistita è stata effettuata in media per 3,06 gravidanze ogni 100, per un totale di circa 12.800 nuovi nati su 421.913 registrati nello stesso anno.

Nel 2018 le gravidanze con fecondazione assistita erano state 2,53 ogni 100 e  i nati in Italia, nel 2019 sono stati 20.763 in meno rispetto ai 442.676 del 2018.
Negli ultimi anni si nota, tuttavia, una diminuzione della fecondità delle donne straniere.

Tasso di natalità. Il tasso varia da 5,4 nati per mille donne in età fertile in Sardegna a 9,9 nella Provincia Autonoma di Bolzano rispetto a una media nazionale del 7,0.

Le Regioni del Centro Italia presentano un tasso di natalità con valori inferiori alla media nazionale. I tassi di natalità più elevati sono quelli della Campania, Calabria e Sicilia che presentano valori superiori alla media nazionale.

I dati per il 2019 danno livelli più elevati di fecondità al Nord nelle Province Autonome di Trento e Bolzano e nel Mezzogiorno, in Campania e Sicilia.

Le regioni in cu il tasso di natalità è preoccupante sono la Sardegna e il Molise. Il tasso di mortalità infantile è pari nel 2018 a 2,88 bambini ogni mille nati vivi.

Negli ultimi 10 anni tale tasso ha continuato a diminuire su tutto il territorio italiano, anche se negli anni più recenti si assiste ad un rallentamento di questo trend.

Ultime notizie