martedì, 11 Maggio 2021

Savona, lavoratori regolari di giorno spacciatori di notte: 6 in manette

Un'indagine partita nel settembre del 2020 si è conclusa oggi con l'arresto di 6 persone da parte della Guardia di Finanza sezione antidroga.

Da non perdere

Un’indagine partita nel settembre del 2020 si è conclusa oggi con l’arresto di 6 persone da parte della Guardia di Finanza, sezione antidroga, in seguito alle ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Savona.

Il gruppo, composto da egiziani e marocchini residenti nelle zone di Savona e di Monza, riusciva a spacciare fino a 5 chili di hashish al mese ed era solito a rifornirsi a Torino. Nel periodo di lockdown, invece, la droga veniva acquistata a Genova ed Albenga. Il capo dell’organizzazione, per un periodo di tempo, avrebbe diretto le attività dall’Egitto.

L’indagine aveva già permesso l’arresto di 3 persone e la denuncia di una quarta. Nelle varie operazioni, inoltre, erano stati sequestrati quasi 4 chili di hashish, circa 10mila euro in contanti, bilancini di precisione, cellulari e due automobili.

I membri dell’organizzazione criminale avevano tutti un’occupazione in regola, svolgendo lavori come macellai, cuochi, operai edili e venditori di frutta e verdura. Per nascondere le sostanze stupefacenti ed evitare di incappare nei controlli il gruppo suddivideva la droga in piccole dosi affidate poi ad alcuni ragazzi incensurati.

Ultim'ora