giovedì, 25 Luglio 2024

Guerra in Ucraina, atteso colloquio tra Xi e Putin. “Tiro al piattello” degli ucraini coi droni russi – VIDEO

Gli attacchi russi continuano, ma la difesa ucraina resiste: sono stati abbattuti ben 10 droni. Scattata l'allerta per raid aerei negli oblast di Cherkasy, Kirovohrad e nella Capitale. Fissato per oggi, 30 dicembre, colloquio in videoconferenza tra Xi Jinping e Putin. Meloni attesa in Ucraina, l'invito è arrivato dalla vicepremier Olha Stefanishyna.

Da non perdere

Gli attacchi russi continuano a ritmo incessante e mietono vittime in ogni zona. La difesa ucraina resiste. Il Comando operativo orientale ha riferito che le sue unità missilistiche antiaeree, insieme alle unità di difesa aerea delle forze terrestri, hanno distrutto 9 droni di tipo Shahed e un drone di tipo Marlyn, gli oblast interessati sono Dnipropetrovsk e Zaporizhzhia.

Raid aerei, allarme per oblast di Kiev, Cherkasy e Kirovohrad

Gli allarmi per i raid aerei sono stati attivati in ben 3 regioni dell’Ucraina centrale e nella città di Kiev: c’è la possibilità che i russi attacchino con droni. L’allerta è scattata negli oblast di Cherkasy e Kirovohrad e quello della Capitale.

Colloquio tra Xi e Putin in videoconferenza

I presidenti di Russia e Cina, Vladimir Putin e Xi Jinping, avranno in giornata un colloquio in videoconferenza durante il quale si discuterà di rapporti bilaterali e di questioni regionali. Il portavoce del Cremlino, Dmirty Peskov: “Sarà molto importante scambiare posizioni sui problemi regionali più gravi”.

Vicepremier ucraina: “Speriamo che Meloni venga a inizio anno”

Dopo la conferenza di fine anno della premier italiana, Giorgia Meloni, in cui ha ribadito il pieno appoggio all’Ucraina, non tarda ad arrivare l’invito da parte della vicepremier Olha Stefanishyna ad andare nel Paese aggredito: “L’inizio del prossimo anno sarebbe il momento migliore, per discutere il supporto militare, le sanzioni e la conferenza di pace“. Ha poi continuato: “L’Italia avrebbe un ruolo storico essenziale per la vittoria di tutti, se assumesse la leadership anche per il nostro ingresso nell’Ue“. L’ingresso richiederà un po’ di tempo, “ci rendiamo conto che l’inizio del negoziato e l’ingresso sono due processi diversi, però riteniamo essenziale avviarli ora, perché serviranno risorse enormi per ricostruire l’Ucraina dopo la vittoria“.

Ultime notizie