giovedì, 9 Febbraio 2023

Operatore ecologico spara a due colleghi e poi si toglie la vita: è giallo ad Alghero

Un operatore ecologico avrebbe sparato due colleghi prima di rivolgere l'arma contro se stesso e uccidersi; di recente, avrebbe avuto problemi al lavoro circa le modalità di svolgimento delle sue mansioni. Sul posto i sanitari del 118 assieme ai Carabinieri che dovranno ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto.

Da non perdere

Tragedia nel Comune di Alghero, nel territorio sardo, dove questa mattina, venerdì 30 dicembre, un operatore ecologico avrebbe sparato a due colleghi prima di rivolgere l’arma contro se stesso e uccidersi. A quanto pare, l’uomo avrebbe dapprima colpito alle gambe i due prima dell’intervento di un terzo operatore che avrebbe tentato di bloccare l’uomo, per evitare di peggiorare le condizioni dei due feriti. A quel punto, l’uomo si sarebbe seduto su una sedia prima di spararsi alla testa. Pare che l’uomo in questione vivesse da solo in un alloggio di fortuna.

Di recente, l’operatore avrebbe avuto problemi al lavoro circa le modalità di svolgimento delle sue mansioni. L’operatore effettuava quotidianamente la raccolta porta a porta e, nella mattinata di oggi, si trovava nell’Isola ecologica di Ungias-Galanté, adibita al conferimento per tutte le frazioni di rifiuti domestici della città di Alghero e dei territori circostanti. Immediato l’intervento sul posto dei sanitari del 118 assieme ai Carabinieri che dovranno ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto; al momento, sono ancora sconosciute le motivazioni del gesto.

Ultime notizie