domenica, 25 Settembre 2022

Guerra in Ucraina, Energoatom: “Scollegato ultimo reattore di Zaporizhzhia”. Kiev: “Abbiamo gas possiamo aiutare l’Europa”

I filorussi hanno affermato che gli ucraini "hanno ripreso a bombardare in modo caotico la centrale nucleare a Energodar e tre spari hanno colpito il territorio dell'impianto, dall'altra parte del fiume Dnepr". L'esercito di Zelensky ha fatto sapere che Mosca ha colpito Dnipropetrovsk e Kharkiv, causando morti e feriti. Kiev: "Abbiamo 30 miliardi di metri cubi di gas, aiuteremo l'Ue".

Da non perdere

I tecnici della missione Aiea hanno lasciato la centrale nucleare di Zaporizhzhia nella mattina di oggi, lunedì 5 settembre, pur rimanendone due su base permanente nell’impianto, ma proseguono gli attacchi nella zona. Secondo le autorità filorusse gli ucraini “hanno ripreso a bombardare in modo caotico la centrale nucleare a Energodar e tre spari hanno colpito il territorio dell’impianto, dall’altra parte del fiume Dnepr“. La notizia è stata diffusa dall’agenzia di stampa Interfax. Intanto l’esercito di Kiev fa sapere che le forze russe hanno colpito Dnipropetrovsk, nel sud-est, e Kharkiv, nell’est. “Una donna anziana è morta ad Apostolovo. Tre persone sono rimaste ferite. Tutte sono in ospedale in gravi condizioni”, si legge in una nota diffusa via Telegram dal governatore Valentyn Reznichenko. Quest’ultimo ha affermato che è stato “attaccato anche un gasdotto, provocando un incendio che è già stato domato”.

I russi hanno bombardato Kharkiv, nel villaggio di Zolochiv, uccidendo “un uomo di 39 anni e un uomo di 52 anni”. Il consigliere del presidente ucraino Zelensky, Mykhailo Podolyak, ha invitato tutti gli abitanti dei territori occupati da Mosca, tra i quali la Crimea, “ad allestire bunker, fare scorte di acqua sufficiente e caricare i powerbank” durante le manovre di liberazione delle aree. Intanto sui social continua a girare un filmato agghiacciante risalente a sabato 3 settembre, in cui si vede chiaramente un colpo di mortaio sparato dai russi piombare vicino un’auto che viaggiava su una strada di Zelenodolsk, nella regione di Dnipropetrovsk; si nota come l’esplosione non abbia colpito solo per una frazione di secondi il veicolo, fortunatamente non causando morti e feriti.

Kiev: “Scollegato ultimo reattore di Zaporizhzhia”

L’operatore per l’energia nucleare di Kiev, Energoatom, ha fatto sapere via Telegram che l’ultimo reattore in funzione nella centrale nucleare di Zaporizhzhia è stato disconnesso dalla rete elettrica ucraina. “Negli ultimi tre giorni, le forze di occupazione russe hanno continuato a bombardare intensivamente l’area intorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia. Si segnala inoltre – si legge nella nota dell’ente ucraino – che in data odierna, a seguito di un incendio avvenuto a causa di bombardamenti, è stata disconnessa la linea di trasmissione di potenza a 330 kV ZaTES – Ferrosplavna, ovvero l’ultima linea che collegava il nodo ZaNPP/ZaTES con il sistema energetico dell’Ucraina. Di conseguenza, l’unità di alimentazione n. 6 è stata scaricata e scollegata dalla rete, che attualmente fornisce solo il fabbisogno della centrale nucleare di Zaporizhzhia”. Riguardo alla complessa situazione nella centrale nucleare si è detto preoccupato anche l’Alto rappresentante Ue per la Politica estera e di sicurezza, Josep Borrell. “Le ultime notizie che abbiamo riguardo alla situazione sono sempre più inquietanti. È in corso un gioco d’azzardo nucleare che dobbiamo fermare. Questo gioco d’azzardo ha a che fare col fuoco ed è un altro esempio dello sconsiderato comportamento russo”. Così si è espresso Borrell in conferenza stampa dopo il Consiglio di associazione tra Unione Europea e Ucraina.

Kiev: “Abbiamo 30 miliardi di metri cubi di gas, possiamo aiutare l’Europa”

Abbiamo 30 miliardi di metri cubi di gas nei nostri depositi e possiamo offrirne una parte ai nostri partner dell’Unione Europea“, lo ha affermato Denys Shmyhal, primo ministro ucraino. “La Russia sta conducendo una guerra ibrida contro l’Europa. Siamo consapevoli che ci possa essere una stanchezza per la guerra in Ucraina ma abbandonare Kiev significa scoprire il fianco a Mosca: se restiamo uniti possiamo sopravvivere all’inverno”, ha aggiunto. In netto contrasto con quanto affermato da leder del Cremlino Vladimir Putin che ha annunciato come “la produzione di Gazprom non stia diminuendo, ma stia addirittura aumentando“. Così si è espresso il presidente russo durante un summit dedicato allo sviluppo sociale ed economico della Kamchatka, secondo quanto riferito dai media moscoviti. Dichiarazioni arrivate a poche ore dall’annuncio dei vertici di Gazprom che hanno confermato l’intenzione di prolungare la chiusura del gasdotto che dalla Russia arriva in Germania, sospensione inizialmente prevista per soli tre giorni.

Ultime notizie