mercoledì, 5 Ottobre 2022

“Venite c’è puzza di cadavere”: arrivano i Carabinieri. Trovata salma in putrefazione. Unica traccia la fotocopia di un documento

Un cadavere in avanzato stato di decomposizione è stato trovato nella mattina di ieri ad Anzio. Non ancora identificato, si ipotizza morte per cause naturali.

Da non perdere

Nella mattina di ieri, 4 settembre, il cadavere di un uomo è stato trovato in una baracca ad Anzio, della città metropolitana di Roma, in avanzato stato di decomposizione. A richiedere l’intervento dei Carabinieri sono stati alcuni passanti che hanno sentito un cattivo odore provenire dal capanno. All’interno è stato trovato il corpo che non mostrava evidenti segni di violenza, come accertato dal medico legale, ed è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale di Anzio. Secondo i primi accertamenti, i militari hanno trovato addosso all’uomo la fotocopia di un documento e sembrerebbe trattarsi di un senzatetto italiano di 69 anni, nato in Tunisia; tuttavia, si attende il riconoscimento ufficiale della salma e l’ipotesi più accreditata è la morte per cause naturali.

Ultime notizie