venerdì, 1 Luglio 2022

Milano, stilista impiccata: sentenza per il fidanzato rinviata al 1° giugno

La sentenza del processo a carico di Marco Venturi è stata spostata. L'uomo, è imputato con rito abbreviato per la morte di Carlotta, allora sua fidanzata, trovata impiccata con una sciarpa ad un albero di Piazza Napoli.

Da non perdere

Mancano pochi giorni alla ricorrenza del sesto anniversario dalla morte di Carlotta Benusiglio e l’iter giudiziario per chiarire quanto accaduto non vede ancora la luce. Infatti, la sentenza del processo a carico di Marco Venturi è stata spostata al 1 giugno. L’uomo, è imputato con rito abbreviato per la morte della stilista, allora sua fidanzata 37enne, trovata impiccata con una sciarpa ad un albero dei giardini di Piazza Napoli, a Milano, il 31 maggio 2016.

Per la giornata di oggi era prevista una breve discussione delle parti sull’esito dell’ultima perizia informatica effettuata su una delle telecamere di sorveglianza che, durante quella notte, aveva ripreso parte della piazza in cui compariva una macchia, che non è però risultata compatibile con una sagoma umana. Il gup Raffaella Mascarino oggi, sarebbe dovuta uscire dalla Camera di Consiglio con il verdetto ma, non potendo essere presente, è stata sostituita dal gup Stefania Donadeo che ha rinviato l’udienza per la sentenza.

L’1 giugno quindi, a parlare sarà il pm Francesca Crupi che, a novembre dell’anno scorso, ha chiesto una condanna a 30 anni per il 45enne accusato di omicidio volontario ma anche di episodi di lesioni e stalking, avvenuti tra il 2014 e il 2016 ai danni di Carlotta. Infine, si terranno le conclusioni delle parti civili rappresentate dagli avvocati Gian Luigi Tizzoni e Pier Paolo Pieragostini e quelle dei difensori, Veronica Rasoli e Andrea Belotti. Oggi, prima del rinvio per l’impedimento del giudice, la madre di Carlotta, ha parlato ai microfoni: “Mi auguro non la facciano morire un’altra volta. Dentro di me so cosa è successo, non ho mai creduto al gesto estremo“. Per la Procura e i familiari infatti, si trattò di un omicidio con simulazione del suicidio.

Ultime notizie