mercoledì, 25 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, trovata fossa comune a Mariupol. A Severodonetsk distrutti stabilimenti alimentari: cibo solo dagli aiuti umanitari

Il premier spagnolo, Pedro Sanchez, e quello danese, Mette Federiksen sono arrivati in mattinata a Kiev, dove incontreranno il presidente ucraino. Kiev, nel frattempo, ha chiesto alla Federazione Russa di consentire un corridoio umanitario da Azovstal per 1500 persone. Iryna Vereschuk: "È un momento chiave della guerra".

Da non perdere

“I russi hanno distrutto tutti i depositi alimentari di Severodonetsk”. A dirlo è Serhiy Laidai, il capo dell’amministrazione statale regionale di Luhansk. “Le persone stanno ricevendo il cibo esclusivamente dagli aiuti umanitari. Rubizhne e Novodruzhesk sono rase al suolo“. Il premier spagnolo, Pedro Sanchez, e quello danese, Mette Federiksen, intanto, sono arrivati in mattinata a Kiev, dove incontreranno il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Zelensky: “A Mariupol è tutto distrutto. Serve intervento immediato”

“A Mariupol è tutto distrutto”, afferma Zelensky. “Il 98% degli edifici non esiste più. Hanno bloccato i locali, i bambini e gli anziani, oltre ai militari. Quella dei russi è un’operazione terroristica contro gli abitanti della città. Vi parlo di scuole, asili nido, comuni, quartieri residenziali e fabbriche letteralmente abbattute. Serve un intervento immediato”.

Vereschuk: “Chiediamo ai leader mondiali di intervenire. È un momento chiave della guerra”

Kiev, nel frattempo, ha chiesto alla Federazione Russa di consentire un corridoio umanitario da Azovstal per 1500 persone, dopo che Putin ha bloccato l’attacco all’acciaieria. “Chiediamo ai russi un corridoio che consenta l’evacuazione urgente dallo stabilimento Azovstal di Mariupol”, ha detto la vicepremier Iryna Vereschuk. “Attualmente ci sono dentro mille civili e 500 soldati feriti. Vanno evacuati al più presto. Invito i leader mondiali e la comunità internazionale ad intervenire, concentrando i propri sforzi su quest’area. È un momento chiave della guerra”. 

Ritrovata fossa comune a Mariupol. Oltre 300 vittime a Bucha

Il sindaco di Mariupol, inoltre, ha comunicato il ritrovamento di una fossa comune in città. “I russi trasportano i corpi con i camion. I nostri cittadini ci hanno riferito che questa mattina, a Mangush, vicino Mariupol, i soldati di Putin hanno scavato una fossa di 30 metri e gettato al suo interno un numero indefinito di cadaveri”. A Bucha, invece, Yehven Yenin, il Primo Viceministro degli Affari Interni dell’Ucraina, ha riferito che fino ad ora si contano oltre 300 vittime nella sola città. Circa 800 in tutta la regione.

Ultime notizie