giovedì, 19 Maggio 2022

Nuovo Dpcm, le attività ad accesso libero: senza green pass non si ritira la pensione

Sarà possibile accedere senza green pass al supermercato, alle attività che vendono articoli igienico-sanitari, dal benzinaio, in farmacia o dal medico.

Da non perdere

Firmato da Mario Draghi il Dpcm che stabilisce quali sono le attività commerciali che a partire dal 1° febbraio saranno esenti dall’accesso consentito ai soli possessori di green pass.

Fanno parte di questo elenco quelle attività ritenute fondamentali per garantire esigenze alimentari e di prima necessità, di salute, di sicurezza e di giustizia. Nel provvedimento si legge che il rispetto delle misure “è assicurato dai titolari degli esercizi e dai responsabili dei servizi”.

Per quanto riguarda gli alimentari e i negozi di beni di prima necessità, sarà possibile accedere senza green pass al supermercato, alle attività che vendono articoli igienico-sanitari, dal benzinaio. Sarà possibile inoltre andare in farmacia o dal medico. Consentito anche l’accesso agli uffici aperti al pubblico delle forze di polizia e delle polizie locali e agli uffici giudiziari; sarà inoltre garantita l’attività giudiziaria e di indagine che richieda la presenza fisica delle persone coinvolte.

Salta invece la nota che era stata insertita nella bozza che consentiva l’accesso senza la certificazione verde anche per esigenze connesse alla “riscossione, presso gli sportelli di Poste italiane Spa e degli istituti di credito abilitati, di pensioni”. Non sarà quindi possibile riscuotere la pensione in posta senza green pass.

Il presidente della Conferenza Regioni Massimiliano Fedriga si è detto “profondamente contrario. Una cosa è fare scelte che tutelino la salute, altra cosa è fare scelte che appaiono come un accanimento. Non ha senso in questo momento”.

Ultime notizie