martedì, 6 Dicembre 2022
- Advertisement -spot_img

TAG

Aborto

Trent’anni di Bioetica, Mori: “In futuro scontri maggiori. Vaticano perpetra una moralità che va superata” – VIDEO

A Roma presso il Campidoglio si è tenuto il convegno per il trentennale di Bioetica Rivista Interdisciplinare. Una giornata che ha offerto l'occasione a medici, filosofi e giuristi di pungolarsi su quanto sia stato fatto per l'affermazione di libertà e diritti in materia di fine e inizio vita. Ne abbiamo parlato con Maurizio Mori, presidente della Consulta di Bioetica.

Trent’anni di Bioetica Rivista Interdisciplinare, Mori: “Primi a scrivere del caso Englaro. Etica laica mai sfociata in guerra culturale”

Il 18 novembre 2022 a Roma, nella Sala della Protomoteca al Campidoglio, verrà celebrato il trentennale della Rivista Interdisciplinare della Consulta di Bioetica, periodico che ha promosso il pluralismo etico, determinando un contrasto civile tra bioetica laica e cattolica, ma senza mai scadere nel vortice di conflitti culturali.

Capacità giuridica del feto e reato di maternità surrogata, Consulta di Bioetica su ddl Gasparri: “Eutanasia e suicidio assistito il vero obiettivo”

Il senatore Maurizio Gasparri di Forza Italia ha presentato un disegno di legge che propone il riconoscimento della capacità giuridica del nascituro fin dal concepimento e l'introduzione del reato universale di maternità surrogata. Maurizio Mori, presidente della Consulta di Bioetica Onlus, ci ha detto la sua.

Interruzione di gravidanza, associazioni femministe alla Regione Umbria: “Gravi criticità e ritardi per aborto farmacologico”

Nella "Giornata mondiale dell'aborto sicuro" le associazioni e i sindacati hanno inviato una lettera alla Regione Umbria e alle Asl locali, chiedendo un'audizione alla Commissione sanità "per garantire un funzionamento efficace dei servizi in materia di aborto farmacologico, rete dei consultori e contraccezione gratuita".

Interruzione di gravidanza, FDI diviso sull’aborto: 28 settembre manifestazioni per i diritti delle donne

Sono previste per il pomeriggio di oggi, 28 settembre - giornata mondiale per l'aborto libero e sicuro, manifestazioni in tutta Italia per tutelare la legge 194 e il diritto delle donne all'interruzione di gravidanza, organizzate dall'associazione "Non una di meno".

Aborto, l’Umbria risponde alle accuse: “Nessuna donna è costretta ad ascoltare il battito del feto”

Dopo le accuse di Sinistra Italiana riguardo l'aborto, l'Assessorato alla Salute dell'Umbria risponde: "È una denuncia grave che lede i diritti delle donne. Circostanziate i fatti in modo da poter effettuare le opportune verifiche".

Aborto, Umbria come Ungheria. Sinistra Italiana: “Criminalizzazione per far nascere sensi di colpa”

"Costringere ad ascoltare il battito del feto prima dell'aborto è un fatto gravissimo, una pressione psicologica brutale", arriva forte la denunciada parte di Elisabetta Piccolotto, di Sinistra Italiana: "In Umbria sta già accadendo quello che succede in Ungheria. Chiediamo al ministero della Sanità di avviare accertamenti".

“Prima di abortire è obbligatorio ascoltare il battito”: passo indietro dell’Ungheria, cambiano le norme per interrompere la gravidanza

Dal 15 settembre, in Ungheria sarà obbligatorio per i medici fornire alla donna in procinto di abortire la prova della vita del feto, con l'ascolto del battito cardiaco prima della procedura. Mentre la destra esulta per questa decisione, Amnesty International si mostra preoccupata.

Aborto legale a San Marino, Consulta di Bioetica: “Diritto tutelato contro l’obiezione di coscienza”

Al contrario dell'Italia in cui dilaga il fenomeno dell'obiezione di coscienza, ledendo il diritto di scelta della donna, nella legge 21 di San Marino saranno "attivati contratti a convenzione con professionisti non obiettori". La Consulta di Bioetica: "Anche qui giunto il tempo di migliorare l'esercizio dei diritti riproduttivi".

Orfana incinta a 16 anni chiede di abortire, Corte d’Appello della Florida nega autorizzazione: “Non è matura per decidere”

La Corte d'Appello della Florida ha negato a una 16enne senza genitori l'autorizzazione all'aborto, nonostante abbia motivato la propria scelta con fattori indiscutibili: frequenta la scuola, non ha un lavoro e il padre del bambino non è in grado di aiutare. Tuttavia, la Corte ritiene che non sia sufficientemente matura per decidere.

Ultime notizie

- Advertisement -spot_img