martedì, 31 Gennaio 2023

Guerra in Ucraina, Kuleba: “Kiev senza corrente ancora a lungo”. Attori russi per la caccia di terroristi: spunta un video educativo

La regione russa di Kursk è stata colpita da un drone ucraino, nel mirino aeroporto militare, esploso serbatoio di stoccaggio petrolio. Pioggia di bombe su Zaporizhzhia, i russi non mollano. Kiev teme un nuovo attacco massiccio nella regione. Putin rispolvera un filmato "educativo" dal titolo: "Antiterrorismo: non esitare, chiama".

Da non perdere

Botta e risposta a colpi di droni e missili tra Mosca e Kiev. Notte di fuoco per Zaporizhzhia, massacrata dagli attacchi russi, le forze di Putin non accennano alla ritirata. Mosca conta i suoi caduti negli scontri di ieri 5 dicembre: 3 soldati uccisi, 4 feriti. Nuova pioggia di colpi oggi sulla regione tricolore di Kursk, un serbatoio di stoccaggio di petrolio ha preso fuoco. Kiev teme per la giornata di oggi un nuovo attacco missilistico massiccio.

Raid russi su Zaporizhzhia

Nel sud dell’Ucraina, la regione di Zaporizhzhia è stata ferocemente colpita da droni russi durante la notte appena trascorsa. La denuncia è arrivata dal capo dell’amministrazione militare regionale, Oleksandr Starukh. Uno dei missili ha colpito anche la comunità di Stepne. A seguito degli attacchi sono state danneggiate infrastrutture critiche ed edifici residenziali.

Zakharova: “Ritiro dalla centrale? Fuori discussione”

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha dichiarato che il ritiro dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia o il trasferimento del controllo su di essa a qualche parte terza “è fuori discussione“. Inoltre, la portavoce ha aggiunto che sostenere ancora che le parti siano vicine all’accordo, come ha fatto intuire il direttore generale dell’AIEA, Rafael Grossi, “è inopportuno“.

Mosca: “Regione di Kursk attaccata da drone ucraino”

Un drone di Kiev ha attaccato un aeroporto militare nella regione russa di Kursk, a confine con l’Ucraina. L’ha dichiarato il suo governatore dopo che ieri Mosca aveva accusato la Capitale gialloblu di aver colpito due delle sue basi aeree con i droni. L’attacco nell’area dell’aeroporto di Kursk ha interessato anche un serbatoio di stoccaggio del petrolio che, infatti, ha preso fuoco.

Uccisi 3 soldati e feriti in 4, bilancio attacchi droni ucraini su territorio russo

Nella giornata di ieri, 5 dicembre, a seguito degli attacchi ucraini sul campo d’aviazione Dyagilevo, vicino alla città di Ryazan, e alla base militare Engels-1, nella regione di Saratov, sono morti 3 soldati russi e 4 sono stati feriti. Questo il bilancio riconosciuto formalmente dal Ministero della Difesa di Mosca.

Kiev: “Russi potrebbero lanciare nuovo attacco anche oggi”

Durante una conferenza stampa il portavoce dell’Aeronautica delle Forze Armate ucraine, Yuriy Ignat, ha annunciato che la Russia potrebbe lanciare un nuovo massiccio attacco missilistico sul territorio ucraino nella giornata di oggi 6 dicembre, quindi “la popolazione dovrebbe essere consapevole del pericolo“. Il timore è stato generato da alcuni fattori: in primo luogo, perché è una giornata di festa, infatti si celebra il Giorno delle forze armate dell’Ucraina; in secondo luogo, leggendo i precedenti colpi, è come se ci fosse una tendenza, un modus operandi da parte della Russia nel colpire strategicamente l’Ucraina, infatti il 10-11 ottobre e il 17-18 ottobre sono stati effettuati attacchi sia il primo giorno sia il secondo giorno, anche se in quest’ultimo hanno colpito meno. Quindi, dopo i ripetuti attacchi della giornata di ieri, alla luce di quello appena detto, il timore è giustificato. Infine, il portavoce ha aggiunto e rassicurato i concittadini: “Dobbiamo essere pronti. L’intera nazione ucraina deve vivere in tali realtà, senza alcun panico, con una mente fredda. E le forze armate faranno ciò che sanno fare meglio: proteggere i cittadini, il loro Stato“.

“Metà della regione di Kiev resterà senza corrente per giorni”

Sempre a causa degli attacchi missilistici nella giornata di ieri, circa la metà della regione che circonda la capitale ucraina rimarrà senza elettricità per i prossimi giorni. I russi hanno attaccato e intaccato le strutture elettriche e questo ha fatto ripiombare parti dell’Ucraina nel gelo. La regione di Kiev, che non comprende la capitale e che prima della guerra aveva una popolazione di circa 1.8 milioni di abitanti, è stata duramente colpita. “Nei prossimi giorni, circa la metà della regione sarà senza elettricità”, ha dichiarato Oleksiy Kuleba, il governatore della regione.

Filmato educativo russo per “scovare i terroristi”. Il governo: “Segnalate!”

Il video governativo russo, realizzato con attori che impersonano i terroristi e passanti, risalente allo scorso marzo, è stato diffuso nuovamente in questi giorni, forse a causa delle misteriose esplosioni avvenute sul territorio russo. Il titolo del video è “Antiterrorismo: non esitare, chiama“. L’esortazione è quella di segnalare ogni movimento o persona sospetta sul territorio. Un filmato “educativo” è stato ripreso come se fosse un vero e proprio film. I cittadini moscoviti, e non solo, sono stati messi in guardia.

Ultime notizie