giovedì, 9 Febbraio 2023

Guerra in Ucraina, attacchi centrali elettriche: morti e feriti. Kuleba: “Interrompiamo relazioni diplomatiche con Iran”

Decine di morti e feriti: è questo il bilancio approssimativo e non definitivo degli attacchi alle centrali elettriche in Ucraina. Altre vittime nei bombardamenti a Kharkiv e Sumy. Von der Leyen: "Oggi eroghiamo due miliardi di euro di aiuti a Kiev".

Da non perdere

Tre morti e otto feriti. È questo il bilancio degli attacchi russi di oggi contro infrastrutture energetiche ucraine, come riportato da Ukrinform. Sono invece due le persone uccise e una ferita nell’incursione aerea contro la centrale elettrica sulla riva sinistra di Kiev. Una persona è morta e sette sono rimaste ferite negli attacchi che hanno colpito la centrale termoelettrica di Kurakhove, nel Donetsk, di proprietà della società DTEK Energo A riferirlo è il direttore esecutivo, Dmytro Sakharuk. L’esercito russo ha anche colpito l’infrastruttura energetica di Dnipro, provocando interruzioni di corrente e acqua nella città e nella regione. Oltre Zhytomyr, rimasta senza elettricità e acqua dopo gli attacchi, una serie di esplosioni ha colpito le città di Kryvyi Rih e Kharkiv. Nello specifico, quest’ultima ha visto piovere tra le vie e sui palazzi missili lanciati da Belgorod. Secondo le prime informazioni, sembrano esserci vittime, ma non è ancora chiaro il bilancio. Anche a Sumy due civili sono rimasti uccisi e uno ferito nel bombardamento di stamattina, 18 ottobre. Lo riferisce il vice capo dell’Ufficio del Presidente ucraino Kyrylo Tymoshenko: “I terroristi russi continuano a bombardare le zone di confine dell’Ucraina. La comunità di Yunakivka, nel distretto di Sumy, è stata attaccata con 14 colpi”.

Von der Leyen: “Due miliardi di euro di aiuti a Kiev”

Oggi eroghiamo 2 miliardi di euro di assistenza macrofinanziaria all’Ucraina. Ne seguiranno altri entro la fine dell’anno. Resteremo al fianco dell’Ucraina per tutto il tempo necessario. Discuteremo di come garantire un sostegno continuo con i partner globali alla conferenza Rebuild Ukraine”. Ad annunciarlo in un tweet la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Kuleba: “Interrompiamo relazioni diplomatiche con Iran”

Dmytro Kuleba, ministro degli Affari esteri dell’Ucraina, ha suggerito al presidente Zelensky di interrompere le relazioni diplomatiche con l’Iran: “Le azioni dell’Iran sono meschinità e bugie che non tollereremo. Dopo tutto, l’Iran ha intrapreso tutte queste azioni dicendoci contemporaneamente che è contro la guerra e non sosterrà nessuna delle parti con le armi”, ha dichiarato Kuleba durante un briefing. “Teheran ha la piena responsabilità della distruzione delle relazioni con l’Ucraina. Tenendo conto delle numerose distruzioni causate dai droni iraniani alle infrastrutture civili dell’Ucraina, delle morti e delle sofferenze causate al nostro popolo, nonché in connessione con l’emergere di rapporti sulla possibile continuazione della fornitura di armi dell’Iran alla Russia, metto all’esame del presidente dell’Ucraina una proposta per interrompere le relazioni diplomatiche con l’Iran”

Ultime notizie