domenica, 16 Giugno 2024

Guerra in Ucraina, Kiev sotto le bombe senza luce e acqua. Zelensky: “Non c’è più spazio per negoziati con il regime di Putin”

Due raid lanciati contro un impianto energetico di Zhytomyr, a ovest di Kiev, stanno causando diverse interruzioni di corrente e acqua. Un uomo è morto nei bombardamenti. Zelensky: "La Russia è uno Stato terrorista e non cambierà. Di questa violenza distruttiva e assassina prima o poi dovrà rispondere".

Da non perdere

Due attacchi contro un impianto energetico di Zhytomyr, ad ovest di Kiev, stanno causando diverse interruzioni di corrente e acqua. “Sono stati lanciati due raid preliminari contro l’impianto di alimentazione. Il servizio d’emergenza statale è a lavoro, ma la città sta subendo notevoli interruzioni di corrente. La giornata è iniziata sotto le bombe ed è proseguita senza corrente né acqua”, ha detto il vicecapo dell’ufficio del presidente, Kyrylo Tymoshenko. “Gli attacchi russi sulle città ucraine hanno causato un blackout di elettricità anche a Kiev e in altre zone del Paese”, fanno sapere le autorità della capitale.

Zelensky: “Non c’è più spazio per i negoziati con il regime di Putin”

“L’Ucraina è continuamente soggetta ai bombardamenti degli invasori russi. Continuano a fare ciò che sanno fare meglio: terrorizzare e uccidere civili. A Mykolayiv, il nemico ha distrutto un edificio residenziale con missili C-300. Un uomo è morto. Mi chiedo cosa stiano combattendo i russi, attaccando strutture così pacifiche. La Russia è uno Stato terrorista e non cambierà. Servono più sanzioni. Di questa violenza distruttiva e assassina prima o poi dovrà rispondere”. Così il presidente Zelensky, nel consueto videomessaggio rivolto alla Nazione. Altre esplosioni, intanto, sono state udite in tutta Kiev. Dense colonne di fumo sono ben visibili sopra la centrale elettrica colpita.

“Le forze russe hanno distrutto in una settimana il 30% delle centrali elettriche ucraine”, scrive in un tweet lo stesso Zelensky. “Un altro tipo di attacchi terroristici russi consiste nel prendere di mira le infrastrutture energetiche e critiche. Dal 10 ottobre, sono state distrutte buona parte di centrali elettriche. Ciò ha causato massicci blackout in tutto il Paese. Non c’è più spazio per i negoziati con il regime di Putin”, conclude. “Mosca sta attaccando Kiev con l’aviazione strategica”, afferma invece il portavoce del Comando dell’Areonautica Militare delle Forze Armate ucraine. “Questa volta hanno attaccato dalla regione di Rostov. Quando attaccano dal Mar Caspio, la popolazione ha più tempo a disposizione per mettersi in salvo. Mentre, in questo caso, c’era meno tempo. Gli aerei volavano più vicini e attaccavano diverse aree”.

Ultime notizie