martedì, 16 Aprile 2024

Guerra in Ucraina, Kiev: “Mosca usa armi al fosforo nel Donetsk”. Energoatom: “Russi preparano atto terroristico nella centrale di Zaporizhzhia”

Le autorità di Kiev hanno fatto sapere che i russi hanno sparato a Kherson contro un'auto su cui si trovava una famiglia, uccidendo sia il padre che il figlio 14enne e ferendo la figlia di 5 anni. Dichiarazioni shock del leader ceceno Kadyrov: "Se un proiettile vola nella nostra direzione, spazzeremo via le città ucraine dalla faccia della Terra".

Da non perdere

Dopo l’esplosione di un’auto bomba avvenuta questa mattina, 25 ottobre, a Melitopol, nei pressi dell’ufficio della compagnia radiofonica e televisiva locale ZaTv, le autorità ucraine hanno fatto sapere che l’esercito russo ha sparato contro un veicolo su cui si trovava una famiglia, uccidendo il padre e il figlio 14enne, mentre la figlia di 5 anni è rimasta ferita. La notizia è stata diffusa via Facebook da Yevhen Ryshchuk, il sindaco di Oleshky, nell’Oblast di Kherson. “Le truppe di Mosca sono molto nervose, sparano a tutti coloro che pensano rappresentino una minaccia”, ha commentato il primo cittadino. I media di Kiev hanno comunicato che alla piccola è stato amputato un dito della mano. Nel frattempo la Guardia nazionale ucraina ha reso noto su Telegram che le Forze Armate della Federazione starebbero continuando a usare munizioni al fosforo a Velyka Novosilka, nella regione di Donetsk. “L’esercito di occupazione russo continua a usare armi al fosforo vietate dalla Convenzione di Ginevra. Queste munizioni non solo bruciano tutti gli organismi viventi, ma sono anche estremamente velenose per l’ambiente“, si legge nella nota condivisa via social.

Energoatom: “Lavori segreti dei russi nella centrale di Zaporizhzhia”

L’operatore energetico ucraino Energoatom ha denunciato che nell’ultima settimana i russi starebbero svolgendo alcuni lavori segreti nella centrale nucleare di Zaporizhzhia, con sede a Energodar. Stando alle fonti pare che gli ufficiali moscoviti che occupano l’area non stiano facendo entrare nello stabilimento il personale di Kiev che si occupa dell’impianto e il controllo dei monitor per l’energia atomica delle Nazioni Unite. “I russi stanno preparando un atto terroristico utilizzando materiali nucleari e scorie radioattive immagazzinate presso la centrale“, ha affermato l’Energoatom. “Ci sono 174 contenitori nell’impianto di stoccaggio del combustibile esaurito secco, – ha aggiunto – ciascuno contenenti 24 assemblamenti di combustibile nucleare esaurito. La distruzione di questi contenitori a seguito di un’esplosione porterà a un incidente da radiazioni e alla contaminazione da radiazioni di diverse centinaia di chilometri quadrati del territorio adiacente”. L’operatore nucleare ucraino ha così invitato ancora una volta l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica a monitorare la situazione ed eventualmente intervenire nell’area.

Putin: “Accelerare processo decisionale per l’operazione militare in Ucraina”

Dobbiamo accelerare il processo decisionale in relazione all’operazione militare speciale in Ucraina“. Queste le ultime parole pronunciate dal presidente russo Vladimir Putin durante la prima riunione di un nuovo consiglio di coordinamento degli affari interni del Governo russo alla luce del conflitto in corso. Il capo del Cremlino ha spiegato che è necessario che le strutture governative e le regioni lavorino insieme.

Kadyrov: “Spazzare via città ucraine dalla faccia della Terra”

“Se un proiettile è volato nella nostra direzione, nella nostra regione, dobbiamo spazzare via le città ucraine dalla faccia della Terra. Per vedere l’orizzonte lontano. Perché capiscano che non possono nemmeno pensare di sparare nella nostra direzione”. Queste le violente affermazioni avanzate dal generale ceceno Ramzan Kadyrov, grande alleato di Putin, in un messaggio pubblicato su Telegram e riportato dalla testata indipendente Meduza. “Sono molto insoddisfatto. La nostra risposta è debole”, ha aggiunto.

Ultime notizie