martedì, 31 Gennaio 2023

Sport invernali, grande Italia nel weekend: 3 podi in 3 gare per il biathlon. Vittozzi leader di Coppa

Più che positivo in casa Italia il weekend appena concluso di sport invernali, nel quale sono stati archiviati numerosi podi e 2 vittorie, oltre che aver preso la leadership in diverse classifiche di Coppa del Mondo.

Da non perdere

Più che positivo in casa Italia il weekend appena concluso per gli sport invernali, nel quale sono stati archiviati 2 vittorie e numerosi podi, oltre che aver preso la leadership di varie classifiche di Coppa del Mondo. Nello sci alpino femminile Sofia Goggia si è confermata la donna da battere in discesa libera vincendo le prove di venerdì e di sabato e concludendo quinta nel superG, che avrebbe potuto regalarle la seconda tripletta di fila sulle nevi canadesi. Grande inizio anche per il biathlon, nel quale le azzurre hanno conquistato 3 podi in 3 gare individuali disputate sulle nevi di Kontiolahti. In particolare si è distinta Lisa Vittozzi che si è piazzata terza nella 20km, seconda nella sprint e quarta nell’inseguimento ottenendo il pettorale giallo di leader di Coppa del Mondo al termine della prima tappa. Sempre nell’inseguimento, un’ottima Dorothea Wierer ha conquistato il primo podio della stagione, piazzandosi in seconda posizione senza errori al poligono.

Vittozzi pettorale giallo, grande inizio di stagione per le azzurre

Il fatto che Lisa Vittozzi si ritrovi davanti a tutti in classifica dopo la prima tappa di Coppa del Mondo ha dell’incredibile se pensiamo alle scorse due stagioni, in cui i problemi nel tiro a terra l’avevano trasformata da atleta in grado di salire sul podio ogni gara a tiratrice da 50%. L’arrivo di Kähkönen, tecnico di tiro finlandese ha sicuramente contribuito a far ritrovare fiducia a Lisa che ha iniziato in modo superlativo la stagione ed è senza ombra di dubbio una pretendente a lottare fino alla fine per la classifica generale. La sappadina ha quindi ottenuto sulle nevi finlandesi il 14esimo e 15esimo podio individuale della carriera portandosi in quarta posizione per numero di podi individuali di un biathleta italiano; contando le gare a squadre i podi sono 32.

Dorothea Wierer invece non è sembrata essere al 100% della forma sulle nevi finlandesi, ma ha comunque disputato un’ottima gara sprint, chiusa in ottava posizione con un errore e poi la “solitarimonta nell’inseguimento. Il 45esimo podio individuale della primatista azzurra all-time di podi individuali e a squadre (68) arriva nel suo format di gara preferito, che le ha regalato l’oro mondiale ad Anterselva nel 2020. L’inseguimento di domenica ha visto ben 4 azzurre tra le prime 21 atlete; Samuela Comola e Rebecca Passler si sono piazzate infatti in 20esima e 21esima posizione. La prima, che aveva concluso in 45esima posizione la sprint ha trovato lo 0 al poligono e ha rimontato ben 25 posizioni archiviando il miglior risultato della carriera. La classe 2001 trentina invece, è stata autrice di un’altra bellissima gara dopo il 17esimo posto della sprint e, con un solo errore al poligono, ha finito subito dopo Comola.

Podio “d’ordinanza” nella sprint per Pellegrino

Dopo l’exploit nella 20km di Ruka, Federico Pellegrino ha ottenuto il primo podio della stagione nella sua gara prediletta, la sprint. Parliamo ovviamente di sci di fondo, di scena in Norvegia a Lillehammer, che ha visto nella giornata di sabato il secondo podio stagionale per l’Italia grazie al piazzamento del valdostano, arresosi solo a Johannes Hoesflot Klaebo, dominatore delle gare sprint (e non solo) da ormai 5 anni; stile classico o skating non fa differenza. Il norvegese si è addirittura preso il lusso, complice una condizione non al top, di disertare le due gare su lunga distanza di venerdì e domenica e presentarsi, dominando, solo nella sprint di sabato. Norvegia che, già è forte di suo, ma senza l’unica avversaria Russia si ritrova a poter vincere ogni gara da qui al termine della stagione. Buonissimo comunque l’inizio di Federico Pellegrino che ha già conquistato due podi, di cui il primo distance, e si trova al momento sul podio della classifica generale, staccato di circa 150 punti dal leader Paal Goolberg ed è il primo “non-norvegese”.

Doppio podio anche per Annika Sieff che si è piazzata 2 volte in seconda posizione nel weekend di gare di combinata nordica femminile a Lillehammer. L’altoatesina di buonissime speranze, classe 2003, ha concluso le prove di venerdì e sabato in seconda posizione dietro alla norvegese Gyda Westvold-Hansen ottenendo secondo e terzo podio della carriera. Ricordiamo che la combinata nordica femminile farà parte del programma olimpico proprio a partire dalle olimpiadi di Milano-Cortina nel 2026.

Ultime notizie