giovedì, 9 Febbraio 2023

Frana a Ischia, si cercano ancora i dispersi: polemica tra Salvini e Pichetto Fratin. Dalla Regione 4 milioni di euro

Il personale di soccorso lavora ininterrottamente per cercare di mettere in sicurezza l’area interessata. Tra oggi e domani sono previste nuove piogge, ma al momento non è stata diramata alcuna allerta meteo ufficiale dal Dipartimento della Protezione Civile.

Da non perdere

A Ischia si cercano ancora le quattro persone disperse a seguito della frana avvenuta lo scorso sabato 26 novembre, nel Comune di Casamicciola. Nel frattempo, continuano le indagini da parte della Procura di Napoli per accertare, in primis, se le strutture travolte dalla frana erano abusive e se erano stati indetti specifici ordini di demolizione per quelle case. Al momento, il personale di soccorso lavora ininterrottamente per cercare di mettere in sicurezza l’area interessata. Nello specifico, tra oggi martedì 29 e domani mercoledì 30 novembre sono previste nuove piogge, ma al momento non è stata diramata alcuna allerta meteo ufficiale dal Dipartimento della Protezione Civile, come quella arancione diffusa prima della frana.

Riflettori puntati sui sindaci: botta e risposta tra Pichetto Fratin e Salvini

Basterebbe mettere in galera loro e tutti quelli che lasciano fare”. Così Gilberto Pichetto Fratin, Ministro dell’Ambiente, scagliandosi apertamente contro i sindaci circa il mancato intervento sull’abusivismo. Di tutt’altra opinione Matteo Salvini che afferma: “Qualcuno vuole arrestare i sindaci, io voglio proteggerli e liberarli“. La Procura di Napoli indaga anche sugli allarmi inascoltati che l’ex sindaco del Comune di Casamicciola, Giuseppe Conte, aveva inviato alle Istituzioni locali, vale a dire Prefettura di Napoli, Commissariato di Casamicciola, Comune di Napoli, Regione Campania. Stando a quanto riportato dai quotidiani locali Conte, meno di una settimana fa, aveva inviato delle mail Pec per segnalare il rischio idrogeologico, senza aver nessun riscontro. La Procura di Napoli ha aperto un’inchiesta per “disastro colposo, frana colposa e omicidio colposo a carico di ignoti”.

La Regione stanzia 4 milioni di euro per affrontare il disastro

La Regione ha stanziato almeno 4 milioni di euro per far fronte alle più urgenti esigenze relative alla frana di Ischia. Valuteremo, insieme con i Comuni interessati, ulteriori esigenze nell’ambito del programma di messa in sicurezza e ricostruzione del territorio, oltre che per assicurare servizi adeguati alle famiglie sfollate e ospitate in ricoveri provvisori“. Così il Presidente della Campania, Vincenzo De Luca. Nel frattempo, a Palazzo Chigi si è riunito il Governo che ha decretato lo stato di emergenza per un anno. Al momento, sono stati stanziati 2 milioni di euro per i primi interventi. La ricostruzione riguarderà sia le strutture pubbliche che private. “La Regione Campania ritiene necessario chiedere lo stato di emergenza per l’isola di Ischia e i territori colpiti dall’alluvione e da questi eventi atmosferici disastrosi. Esprimo il ringraziamento alle forze della Protezione Civile regionale e nazionale, alle Forze dell’Ordine, ai volontari, al personale sanitario per l’impegno profuso“. È quanto si apprende in una nota del Governo dopo l’intervento di De Luca.

Ultime notizie