venerdì, 12 Agosto 2022

Guerra in Ucraina, Svizzera adotta pacchetto sanzioni UE: embargo su petrolio, assicurazioni e consulenza a imprese russe

Le nuove misure prevedono l'embargo sul petrolio greggio e su alcuni prodotti petroliferi provenienti dalla Russia. Sono vietati l'acquisto, l'importazione, il transito ed il trasporto di questi beni. L'embargo, inoltre, prevede il divieto di fornire determinati servizi. Comprese le assicurazioni e le riassicurazioni.

Da non perdere

“La posizione della Nato è lucida. Le decisioni prese sono essenziali per la stabilità”. Ad affermarlo è stato il Ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, dopo che a Madrid il vertice dell’Alleanza ha definito la Russia una minaccia strategica, ed ha avviato il percorso di accesso di Svezia e Finlandia. La Svizzera, intanto, ha adottato il sesto pacchetto di sanzioni contro Mosca emanato dall’Unione Europea lo scorso 3 giugno. Entrerà ufficialmente in vigore oggi alle 18.

Le misure del pacchetto adottato dalla Svizzera

Le nuove misure prevedono l’embargo sul petrolio greggio e su alcuni prodotti petroliferi provenienti dalla Russia. Sono vietati l’acquisto, l’importazione, il transito ed il trasporto di questi beni. L’embargo, inoltre, prevede il divieto di fornire determinati servizi. Comprese le assicurazioni e le riassicurazioni, in relazione con il trasporto di petrolio e di alcuni prodotti petroliferi russi, a prescindere dalla destinazione. L’embargo entrerà in vigore gradualmente entro l’inizio del 2023. In ambito finanziario, invece, verrà reintrodotto il divieto di fornire servizi come auditing, pubbliche relazioni e consulenza alle imprese, nonché a persone giuridiche e organizzazioni russe. Il pacchetto, infine, include limitazioni a tre media di Mosca, oltre all’inclusione nella lista nera dell’UE di enti e personalità varie.

Ultime notizie