mercoledì, 25 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Lavrov: “Pericolo reale di Terza guerra mondiale”. Kuleba: “Russia minaccia perché sa di perdere”. Novotoshkivka rasa al suolo missili su Mykolayiv

Botta e risposta tra i 2 ministri degli affari esteri, quello russo Lavrov e quello ucraino Kuleba. Continua l’offensiva russa su più fronti del territorio ucraino. Rasa al suolo città dell’Ucraina orientale, tra gli obiettivi russi la presa di Kramatorsk e Slovyansk. Attacchi missilistici su infrastrutture civili a Mykolayiv. Zaporizhzhia sotto attacco da stamattina.

Da non perdere

Entriamo nel 62esimo giorno del conflitto. Sono state giornate intense quelle passate, l’avanzata russa non si è arrestata. Le truppe si sono mosse su più versanti. È stata rasa al suolo la città di Novotoshkivka. Mosca sta cercando di prendere Kramatorsk e Slovyansk, non viene risparmiata Mykolayiv. Da questa mattina la città di Zaporizhzhia è sotto attacco. Dal fronte diplomatico, Sergej Viktorovič Lavrov, Ministro degli Affari esteri della Russia, ha dichiarato che può esserci il pericolo “reale” di una Terza guerra mondiale. Non tarda ad arrivare la risposta di Dmytro Kuleba, Ministro degli Affari esteri d’Ucraina, che sostiene siano una minaccia le parole di Lavrov.

Lavrov: «Pericolo “reale” di una terza guerra mondiale»

Il Ministro russo degli Affari esteri, durante un’intervista all’emittente di Stato e rilanciata dalle agenzie russe, ha prima accusato l’Ucraina di “fingere di discutere sui negoziati” per poi sottolineare come Mosca, invece, proseguirà realmente con i negoziati di pace. Ha continuato scagliandosi contro Zelensky: “È un buon attore. Guardate attentamente quello che dice, troverete mille contraddizioni”. Ribadisce che “la guerra nucleare non è ammissibile”, questa è una “posizione di principio”. Sottolinea come la NATO, fornendo armi all’Ucraina, sia effettivamente entrata in guerra per procura contro la Russia. Alla domanda su un’ipotetica terza guerra mondiale, risponde che il “pericolo è reale” nonostante Mosca abbia cercato in tutti i modi di evitarla già durante l’amministrazione Trump: “Abbiamo difeso al più alto livello che Mosca e Washington riaffermassero la dichiarazione di Gorbaciov e Reagan del 1987 -ha aggiunto- non ci possono essere vincitori in una guerra nucleare”.

Kuleba: “Terza guerra mondiale? Mosca minaccia perché sta perdendo”

Non tarda ad arrivare la risposta del Ministro degli Affari esteri dell’Ucraina. Scrive sul suo profilo Twitter: “La Russia perde l’ultima speranza di spaventare il mondo nel suo sostenere l’Ucraina. Da qui il discorso di un ‘reale’ pericolo di Terza guerra mondiale. Questo significa solo che Mosca avverte la sconfitta in Ucraina. Pertanto il mondo deve raddoppiare il sostegno all’Ucraina in modo da prevalere e salvaguardare la sicurezza europea e globale“. Ribatte all’accusa sui finti negoziati ai microfoni dell’Associated Press, in un’intervista separata, “Non credo che Lavrov sia pronto per una conversazione seria” e soprattutto che la Russia “sia pronta a trovare soluzioni al tavolo dei negoziati”. Dichiara inoltre che se dovesse vedere un cambiamento nell’atteggiamento di Mosca nel trovare soluzioni accettabili per entrambe le parti, “supererò il mio disgusto e mi siederò con lui a parlare”. Per il Ministro ucraino prima Putin accetterà di incontrare Zelensky, “più sarà possibile che si avvicini il momento della fine della guerra”. Ha aggiunto: “Ho fiducia nel mio presidente, è preparato e sa come negoziare”.

La città di Novotoshkivka è stata rasa al suolo

La piccola città dell’Ucraina orientale è stata rasa al suolo, lo confermano dei video girati con dei droni che mostrano la città distrutta. Gli stessi video sono stati geolocalizzati dalla CNN che ha confermato la loro autenticità. Le truppe russe formate dai separatisti sostenuti da Mosca hanno sostenuto che la città è stata distrutta dalle truppe ucraine durante la ritirata dalle loro posizioni nel villaggio. L’amministratore regionale di Luhansk, Serhiy Hayday, ha confermato la ritirata delle forze ucraine ma ha affermato sulla sua pagina Facebook che sono stati i Russi a decimare il villaggio con ripetuti attacchi aerei. Ha aggiunto: “Purtroppo, a Novotoshkivka non ci sono quasi più case. Le nostre truppe si sono ritirate un po’, ma non molto, perché non c’era più niente a cui aggrapparsi, non c’era nessun posto dove tenere la difesa”.

Oleksiy Arestovych: “L’esercito russo va all’offensiva su tutto il fronte”

Il consigliere del Presidente Zelensky, Arestovych, ha scritto dell’avanzata russa e Ucraina 24 ha specificato che l’esercito di Mosca composto da 25mila uomini sta cercando di prendere Kramatosk e Slovyansk; non solo, ma le truppe hanno anche lanciato un attacco a Kryvyi Rih dal lato di Kherson. La Russia ha lanciato attacchi missilistici su Ochakiv ed ha bombardato Mykolaiv con lanciarazzi multipli pesanti, e l’amministrazione regionale fa sapere che sono stati usati lanciarazzi Smerch per colpire delle infrastrutture civili.

Zaporizhzhia sotto attacco

L’amministrazione militare della regione fa sapere su Telegram, secondo quanto riporta la stampa ucraina, che da questa mattina la città di Zaporizhzhia è sotto attacco. Al momento non si hanno ulteriori dettagli che verranno forniti successivamente, si sa soltanto che gli attacchi sono iniziati alle ore 7 locali. Secondo Ukrinform, pare che le truppe russe si stiano muovendo verso la città sul fiume Dnepr.

Ultime notizie