mercoledì, 25 Maggio 2022

Guerra in Ucraina, Zelensky: “Teniamoci pronti alla minaccia nucleare”. Dal Pentagono nuovo volo di armi per Kiev

Il presidente Zelensky alla Cnn: " Pronti alla minaccia nucleare della Russia. Siamo preoccupati, ma tutto il mondo dovrebbe esserlo". Mosca risponde alla guerra di espulsioni e mette fuori dal suo territorio 18 membri della rappresentanza Ue. Nelle prossime 24 ore atterrerà sul suolo ucraino il primo volo con le nuove armi americane.

Da non perdere

Dobbiamo tutti essere pronti alla minaccia nucleare della Russia. Siamo preoccupati, ma tutto il mondo dovrebbe esserlo, non solo l’Ucraina“, ha chiosato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un’intervista rilasciata ai microfoni della Cnn. Se il leader ucraino nel suo ultimo video diffuso in rete lodava il suo popolo “di eroi” per l’estrema resistenza dimostrata, ora è tornato a parlare di potenziali attacchi atomici di Mosca. D’altronde anche secondo il direttore della CIA, William Burns, si tratterebbe di un asso nella manica che il presidente Vladimir Putin non ha mai nascosto di possedere e poter usare. Al di là delle offensive e controffensive tra Russia e Ucraina sul fronte militare, questa guerra è diventata un gioco di espulsioni di personalità diplomatiche. La Macedonia del Nord si è unita alla politica di condanna occidentale, dichiarando che 6 diplomatici russi dovranno lasciare il Paese per aver “svolto attività contrarie alla Convenzione di Vienna sulle relazioni diplomatiche”. Intanto la Russia ripaga l’Unione Europea con la stessa medaglia, espellendo 18 membri della rappresentanza Ue dal suo territorio; la notizia è stata data del ministero degli Esteri di Mosca, citato dall’agenzia Tass.

Intelligence Kiev: “In Russia si ferma produzione carri armati”

La Russia in realtà è incapace di produrre armi innovative senza la componentistica straniera. Si tratta per lo più dei carri T-72, ma anche di quelli moderni come T-90 e T-14″. Questo quanto comunicato dal Dipartimento generale dell’intelligence del ministero della Difesa ucraino. Ciò sta a significare che secondo Kiev in Russia pare si sia bloccata la produzione dei carri armati nello stabilimento “Uralvagonzavod“, a causa di una forte carenza di fondi economici e della mancanza di pezzi di ricambio.

Pentagono: primo volo con le nuove armi Usa entro 24 ore

Nelle prossime 24 ore atterrerà sul suolo ucraino il primo volo con le nuove armi americane; a darne notizia è la Cnn, citando fonti del ministero della Difesa Usa. Per ora non si sa ancora dove arriverà il carico e che tipo di artiglieria verrà inviata in aiuto dell’esercito ucraino. “Avevamo avvertito la Russia che se avessero invaso l’Ucraina la risposta sarebbe stata senza precedenti. Come dice Biden, le grandi nazioni non bluffano”, così il portavoce del dipartimento di Stato americano in risposta alla nota inviata da Mosca a Washington. La Russia aveva detto che ci saranno “conseguenze imprevedibili” qualora fossero continuate le spedizioni di aiuti militari da parte degli Sati Uniti.

Ultime notizie