sabato, 28 Maggio 2022

Omicidio Cercello Rega, frasi choc nelle chat dei militari: “Speriamo facciano la fine di Cucchi”

Nelle chat depositate al processo, i militari avrebbero scritto tra le altre cose : "Bisogna squagliarli nell’acido" e "Bisogna chiuderli in una stanza e ammazzarli davvero quando fanno queste cose".

Da non perdere

“Erano ‘sti due scemi. Non erano negri?”, è solo una delle frasi emerse dalle chat depositate al processo per capire cosa sia successo durante l’interrogatorio di Natale Hjorth, uno dei due ragazzi accusati dell’omicidio di Mario Cerciello Rega. A processo c’è Fabio Manganaro, il militare che avrebbe bendato il ragazzo durante l’interrogatorio. Quel giorno, i militari avrebbero scritto delle chat tra di loro frasi che ora sono finite nel processo.

“Speriamo che gli fanno fare la fine di Cucchi…” e ancora “Devono prendere le mazzate. Bisogna chiuderli in una stanza e ammazzarli davvero quando fanno queste cose”. Ci sarebbe anche il vanto da parte di uno dei militari, che avrebbe dato uno schiaffo a uno dei ragazzi e sarebbe stato poi fermato dai colleghi. Dalle chat emergerebbe anche che una persona del sindacato avrebbe consigliato prudenza ai colleghi dati i diritti in gioco. L’Arma ha informato che procederà con i dovuti provvedimenti non appena saranno resi noti i nomi dei partecipanti alla chat per i toni offensivi ed esecrabili.

Ultime notizie