mercoledì, 18 Maggio 2022

Covid, in Italia una donna su sei partorisce positiva: l’analisi Fiaso su 12 ospedali sentinella

Quasi una donna su due tra quelle risultate positive, secondo il report, non aveva ancora ricevuto il vaccino al momento del parto. Un solo neonato, però, ha contratto l’infezione.

Da non perdere

In Italia, una donna in gravidanza su sei partorisce con il Covid. È quanto emerso dall’analisi della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere. Ad analizzare i dati sono stati 12 ospedali aderenti alla rete sentinella. Secondo le analisi, nella settimana dal 18 al 25 gennaio, su un totale di 404 parti, 65 sono avvenuti in area Covid. Il 16 % delle donne ha dunque partorito con il virus.

“La presenza di pazienti gravide positive pone un problema dal punto di vista gestionale. – sottolinea Giovanni Migliore, presidente Fiaso – A differenza di tante altre condizioni di positività che possono essere gestite in reparti multidisciplinari, una partoriente positiva al Covid va ricoverata nei reparti di Ostetricia e questo impone la duplicazione dei percorsi per l’assistenza di pazienti negative e positive, con il conseguente raddoppio delle risorse necessario”.

Quasi una donna su due tra quelle risultate positive, secondo il report, non aveva ancora ricevuto il vaccino al momento del parto. Un solo neonato, però, ha contratto l’infezione. “Il rischio di contrarre l’infezione durante i nove mesi nei quali la donna è più suscettibile è altissimo, e può generare complicanze nella gravidanza. – aggiunge Migliore – È necessario insistere sulla necessità di vaccinarsi in gravidanza per prevenire l’infezione e minimizzare il rischio di complicanze. In questo il ruolo dei ginecologi è fondamentale”.

Ultime notizie