domenica, 24 Ottobre 2021

Vasco Rossi attacca i No Vax: “Credono ci sia un complotto, non si possono convincere perché la loro testa è così”

Durante una conferenza stampa, Vasco Rossi si è scagliato contro i No Vax spiegando la propria ideologia e il suo disaccordo con coloro che non vogliono vaccinarsi.

Da non perdere

Durante la conferenza stampa di ieri a Milano per la presentazione del suo nuovo album intitolato “Siamo qui”, in uscita il 12 novembre, Vasco Rossi si è scagliato contro i No Vax esprimendo liberamente i propri pensieri, senza peli sulla lingua e senza far sconti a nessuno.

“Il No Vax pensa che ci sia un complotto perché tutto deve avere un motivo – dice il rocker – “non riesce ad accettare che sia un caso ma pensa ci sia dietro qualcosa. Provi a parlarci ma non puoi convincerlo, lui è convinto di quello e ha bisogno di crederlo perché la sua testa è così. Per questo” – continua Vasco Rossi – “mi dissocio da quello che dice Red Ronnie ultimamente, quando va a parlare come opinionista tratta di argomenti che non conosce. Una volta ha detto che i testi dei rapper sono violenti e istigano i ragazzini alla violenza. Mi ricorda quando Salvataggio diceva che io ero responsabile dei giovani che si drogavano perché cantavo ‘Coca Cola’ ma io raccontavo i giovani di quel tempo”.

Vasco ci ha tenuto a sottolineare che: “Io credo nella scienza, se ho mal di denti prendo un antidolorifico. Non vado a parlare con un santone. La mia posizione la conoscete, ho obbligato a mettersi la mascherina chi veniva davanti casa mia a prendersi l’autografo, tutto qua ma io non consiglio niente”, e per quanto riguarda le proteste dei No Vax: “Le parole sono usate in modo vergognoso oggi. Quando sento urlare ‘libertà, libertà’ penso che la libertà non sia quello. La libertà ha senso quando è all’interno di un limite, altrimenti non è libertà, ma caos. Noi negli anni ’70 lo avevamo già capito, non mi aspettavo di tornare indietro come stiamo facendo ora . Si torna a mettere in discussione cose che per me erano chiare. È un mondo molto complesso – conclude il cantante -, ci sono cose positive ma anche negative. Sono deluso perché doveva andare in un altro modo secondo me. Questo non è il migliore dei mondi possibili ma è il mondo che c’è e dobbiamo combattere, vivere, affrontare e imparare dagli errori. È fondamentale e non bisogna avere paura di sbagliare”.

Ultime notizie