mercoledì, 22 Settembre 2021

Cosenza, futile discussione in spiaggia per una sigaretta in mare: muore Carabiniere

I soccorsi sono arrivati velocemente, ma l'uomo è deceduto durante il tragitto verso l'ospedale, probabilmente per un arresto cardiaco.

Da non perdere

Antonio Carbone, maresciallo 56enne, è morto dopo un diverbio acceso che gli ha provocato un malore. A scatenare la tragedia una semplice frase: “Non si buttano le cicche in acqua, ci sono i posacenere!”, il Carabiniere aveva chiesto ad una famiglia di vacanzieri di evitare di buttare le sigarette nel mare.

Subito dopo la richiesta, i due uomini hanno iniziato ad aggredire verbalmente Carbone, che provava a spiegargli la semplicità della richiesta; il Carabiniere ha tentato invano di uscire dalla situazione. Successivamente solo grazie all’intervento di terzi, la situazione si è calmata, ma ad un certo punto l’uomo, tornato sotto il suo ombrellone ha perso conoscenza sotto gli occhi della moglie. La donna ha chiesto aiuto ai bagnanti tentando di rianimarlo.
Sono intervenuti tempestivamente i soccorsi, ma l’uomo è deceduto durante il tragitto verso l’ospedale, probabilmente per un arresto cardiaco. L’autopsia chiarirà i motivi della morte, adesso si indaga per individuare i responsabili del diverbio con Carbone.

Ultime notizie